Netflix

Netflix ha letteralmente rivoluzionato il modo di intendere lo streaming online. Grazie all’ampiezza e ai continui aggiornamenti del catalogo, la sua offerta è divenuta sempre più apprezzata dagli utenti di tutto il mondo.

Secondo i dati emersi lo scorso anno, ad aprile 2018 Netflix aveva superato i 125 milioni di abbonati sparsi per il globo; numero destinato a crescere esponenzialmente, vista la positività dei manager davanti al bilancio di chiusura del 2018.

C’è da dire che il sito di streaming più popolare al mondo propone una vastissima scelta di titoli, tra loro molto eterogenei, e consente di spaziare e perdersi tra moltissimi generi, suddivisi nelle macroaree di serie tvfilm, documentari e cartoni animati. Grazie ai ricavi ottenuti dalla fiducia degli utenti, l’azienda è riuscita sempre più a crescere e ad investire in nuove produzioni che portano il marchio Netflix, ma la sua cifra distintiva resta il costo contenuto rispetto ad una qualità decisamente alta del servizio.

Ma se si potesse ulteriormente risparmiare sull’abbonamento, rendendo la cifra mensile davvero irrisoria a fronte di uno standard qualitativo elevatissimo? In realtà questa possibilità esiste, ed è alla portata di tutti.

Netflix a 3,50 euro: come risparmiare sull’abbonamento al sito

Esiste quindi una strategia per poter risparmiare sull’abbonamento al sito di streaming, ma per comprenderla è necessario fare un passo indietro.

Leggi anche:  Netflix avrebbe rinnovato La Casa di Carta per una quinta stagione

L’offerta Netflix per i propri utenti si articola su tre piani, a seconda dell’utilizzo che l’utente intende farne. Il piano Base, che prevede la fruizione da parte di un solo spettatore, ha il costo di 7.99 euro. Poi vi è un piano Standard, che consente la visione a due utenti che pagano a testa 5.50 euro, dal momento che il costo di questa opzione corrisponde a 10.99 euro. Infine c’è il piano Premium, che consente la visione da parte di altri 3 account oltre a quello del proprietario (quindi 4 utenti totali), al costo complessivo di 13.99 euro, che si divide in 3.50 euro per persona.

Appare dunque chiaro che, scegliendo l’ultima opzione, il prezzo viene abbattuto vertiginosamente, risparmiando moltissimo sull’abbonamento mensile.

Al tempo stesso, però, non sempre è possibile trovare amici o parenti con cui condividere l’abbonamento: è qui che interviene TogetherPrice, piattaforma nata da una startup italiana. Questo sito – divenuto nel tempo anche app, scaricabile dagli store principali – consente agli utenti di trovare altre persone interessate a condividere virtualmente il proprio piano Netflix (così come anche gli abbonamenti di altri siti), così da agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta e formare piccoli gruppi di gestione attraverso un unico intestatario.