Apple-foldable-iPhone-unlikely-700x400

Ad Apple non piace perdere, quindi non è stato bello annunciare le entrate diminuite per il suo Mac negli ultimi risultati finanziari (per il secondo trimestre fiscale, fino alla fine di marzo). La società ha infatti ammesso che le vendite sono diminuite del 5%.

Tuttavia, Apple ha affermato che “ha dovuto affrontare alcuni vincoli del processore nel trimestre di marzo” e che “le entrate del Mac sarebbero aumentate rispetto allo scorso anno senza quei vincoli”.

Apple si scusa per i suoi risultati in perdita

In sostanza, Apple ha accusato la recente carenza di processori di Intel per il crollo delle vendite dei Mac. È piuttosto raro che una società incolpi uno dei suoi partner per i suoi problemi.

Ma, mentre Intel ha fornito processori che alimentano i computer MacBook e Mac di Apple per un po ‘di tempo, il rapporto tra le due aziende è diventato un po’ gelido. Questo non è stato aiutato dalle voci che suggeriscono che Apple sta cercando di abbandonare Intel e creare la propria CPU basata su ARM.

Queste voci suggeriscono che Apple voglia creare il proprio processore in modo che possa realizzare app compatibili sia con Mac che iPhone e iPad. App che girano su processori simili. Questa logica è piuttosto valid. Le app che possono funzionare su una varietà di dispositivi diversi sono di gran moda al momento. Non è così facile però.

Avere il controllo completo sull’hardware – e non dover pagare una terza parte per sviluppare i suoi processori – porterebbe anche a margini di profitto più grandi.

Leggi anche:  Cellulari che valgono una fortuna: se ne avete uno vale 1000 euro

Tuttavia, sembra che Apple abbia la sensazione che Intel stia frenando la propria attività. Forse c’è un modo più semplice per un’azienda con le tasche profonde come quella di Apple. Forse c’è un modo per avere il controllo completo sul proprio hardware senza dipendere da Intel, e allo stesso tempo dare un colpo di fulmine al suo partner, acquistando AMD.