apple-modem-5g-iphone

Apple, tra i maggiori produttori di smartphone a livello globale, si trova parecchio indietro nello sviluppo di un iPhone 5G. All’appello manca sostanzialmente il modem che permette la connessione alla nuova tipologia di rete. Tale chip non viene prodotto direttamente dalla compagnia e non è una novità visto che negli anni passati si è sempre affidata ad altri produttori come Intel e Qualcomm. Nell’ultimo periodo però ci sono state un po’ di turbolenze nei confronti di entrambi e la situazione finale è risultata parecchio strana.

Da un lato abbiamo Intel che ha dovuto abbandonare lo sviluppo di un modem compatibile in quanto Apple ha fatto un accordo con Qualcomm; l’accordo è nato per il produttore di chip era comunque troppo indietro con lo sviluppo. Questa nuova partnership è stata comunque complicata per via di tutte le azioni legali che lega entrambe le società al momento.

Leggi anche:  Amazon: già disponibile il nuovissimo Apple iWatch Series 5

 

La possibilità di produrlo in casa

L’accordo per Apple è solo temporaneo in quanto è palese che si sta impegnando a raggiungere l’obiettivo di uno sviluppo interno. Già a febbraio la compagnia con sede a Cupertino a rubato un ingegnere chiave ad Intel mentre più recente è comparsa la notizia che sembra propria intenzionata ad acquistare l’intera società.

La nuova pagina di questa soap opera in cui le protagoniste sono tra le più grandi compagnie del globo riguarda un’altra figura di spicco. A questo giro si tratta di un dipendente di Apple ovvero Rubén Cabaliero il quale era il capo del team che progettava proprio tale chip. Non è chiaro cosa questo comporterà sull’intera linea produttiva dei nuovi iPhone.