spotify-novita-google-maps-integrazione-sleep-timer
Spotify è rinomato come uno dei migliori servizi di streaming musicale per il suo abbondante e impressionante algoritmo di tracciabilità. Oltre a ciò, la sua interfaccia utente, ricca di funzionalità, e l’integrazione su tutti i dispositivi sono ciò che la rende famosa come uno dei servizi musicali più potenti.

Ora, Spotify sta implementando un sacco di altre utili funzionalità per migliorare l’esperienza degli utenti e offrire loro modi più diretti per connettersi con gli amici.

Spotify, tre interessanti novità in arrivo

Jane Manchun Wong, un ingegnere, ha twittato alcune delle funzionalità che ha scoperto nascoste nel codice dell’app Spotify per Android. In primo luogo, la piattaforma sta lavorando a uno Sleep Timer, che interrompe automaticamente la musica dopo un periodo di tempo stabilito. Questo potrebbe aiutare coloro che amano addormentarsi mentre ascoltano la musica.

In base allo screenshot, gli utenti saranno in grado di impostare lo sleep timer su 5 minuti, 10 minuti, 30 minuti, 45 minuti, 1 ora o alla fine della traccia specifica in riproduzione al momento. Questa funzione sarà disponibile nelle Impostazioni per i brani.

La prossima funzionalità scoperta da Wong permetterà agli utenti di condividere i brani tramite la scansione di codici a barre funky soundwave. La funzione si chiama “Connect with friends” e sarà disponibile all’interno dell’interfaccia “Connect to a device”. Gli utenti dovrebbero essere in grado di “Scansionare un codice” o consentire ai propri amici di scansionare il loro codice per connettersi con loro.

Leggi anche:  Amazon come Spotify, in arrivo un nuovo servizio di musica in streaming

Analizzando il codice, gli utenti dovrebbero essere in grado di “aggiungere tracce” dalle playlist dei propri amici o viceversa. La terza possibile caratteristica che arriva all’app Spotify per Android migliorerà il modo in cui gli utenti controllano la propria musica mentre navigano.

Anche Google Maps si unisce a Spotify

Mentre Spotify ha già il supporto per Waze, dovrebbe presto aggiungere il supporto per Google Maps. Questo mostrerà gli “aggiornamenti sugli spostamenti intelligenti” all’interno delle app. Inoltre, mostrerà i controlli di Spotify all’interno di Google Maps, evitando così le scomode notifiche di navigazione.

La funzione dovrebbe inoltre consentire agli utenti di controllare la navigazione e la riproduzione musicale contemporaneamente senza essere troppo coinvolti nello switching delle app quando guidano.