il phishing aumentaTutti abbiamo ricevuto almeno una volta una mail che ha suscitato la nostra attenzione in modo particolare destando allo stesso tempo non pochi sospetti. Capita ancora spesso di ricevere comunicazioni da parte di grandi marchi o addirittura istituti bancari che alla prima lettura provocano reazioni contrastanti. Basti pensare alle email che, spacciandosi per Poste Italiane, informano i titolari di carte PostePay di aver riscontrato dei problemi relativi al conto.

Il mittente potrebbe apparire abbastanza evidente e la grafica della pagina a cui siamo invitati ad accedere potrebbe eliminare qualsiasi dubbio apparentemente, data la grafica ben curata e identica a quella dell’azienda. Proprio in questi casi è necessario prestare la massima attenzione poiché i cyber-criminali hanno ben strutturato e identificato quel tentativo di frode, ormai più che conosciuto, definito phishing!

Leggi anche:  PayPal: attenzione alle truffe che vi prosciugano il conto

Truffe online: il phishing si intensifica, attenzione alle email e agli SMS ricevuti!

Come riportato anche da techfromthenet.it, il phishing è aumentato in modo consistente nel 2018. Nei mesi scorsi, e tutt’ora, non sono mancate le segnalazioni riguardanti email poco affidabili. Comunicazioni che tentano di ingannare gli utenti richiedendo loro informazioni sensibili, come i dati di accesso al conto online.

Al riguardo l’azienda russa Kaspersky si è espressa fornendo agli utenti consigli utili al fine di combattere i tentativi di frode online. Verificare gli indirizzi contenuti all’interno della comunicazione ricevuta, non inserire i propri dati in pagine poco sicure e non utilizzare connessioni Wi-Fi sconosciute. Tutti accorgimenti fondamentali che possono evitare problemi non indifferenti come la perdita dei propri risparmi presenti su carte e conti correnti.