TIM e Vodafone sono, senza dubbio, due tra gli operatori telefonici migliori e più utilizzati in Italia, ma altrettanto conosciuti per la cattiva abitudine di riservare aumenti che, in molti casi, costringono i clienti a migrare verso altri gestori.

Anche per quest’anno, infatti, sia Vodafone che TIM hanno comunicato una nuova serie di rimodulazioni che interesseranno in particolar modo i clienti di linea fissa, una stangata che potrebbe facilmente sorprendere gli utenti interessati al momento della scoperta in bolletta, dal momento in cui sono previsti rincari che possono toccare i dieci euro in più al mese. Diamo un’occhiata insieme agli aumenti di TIM e Vodafone.

Rimodulazioni: gli aumenti di Vodafone e TIM

Vodafone ha recentemente comunicato che, a partire dal 7 Luglio, le offerte di linea fissa Internet Unlimited, Internet Unlimited +, Internet & TV Sport, Vodafone One e Vodafone One Pro TV attivate tra il 25 Marzo e il 30 Novembre dello scorso anno subiranno un aumento pari a 2,99 euro al mese. I clienti coinvolti potranno scegliere se esercitare il diritto di recesso per passare ad altro operatore telefonico senza penali né costi di disattivazione o attivare la promozione Extra 30 GIGA che offre loro 30 GB di traffico Internet in più al mese.

Leggi anche:  Operatori telefonici: brutte notizie per i clienti TIM, Vodafone e Fastweb

Passando a TIM, a partire dal 15 Marzo, sono entrati in vigore gli aumenti che hanno interessato alcune offerte della gamma TIM Business attivate entro il 31 Dicembre dello scorso anno. Nello specifico:

  • Le offerte Tuttofibra in tecnologia FTTE o FTTH e Tim Tutto in tecnologia FTTCab o FTTE hanno subito un aumento di 10 euro al mese;
  • L’offerta Internet Professionale in tecnologia ADSL, HDSL o VDSL. ha subito un aumento del 10% sul canone mensile.
  • Le offerte Linea Valore+, Linea Valore+ ISDN, Linea Valore+ ISDN, Linea Valore+ ISDN, Linea Voce+, Linea Voce ISDN, Linea telefonica affari, Linea telefonica entrante, Accesso Base Singolo Affari, Linea ISDN e ISDN dati base hanno subito un aumento di 10 euro al mese.