Vodafone

Vodafone in questi giorni ha dato il via ad una modifica delle proprie condizioni contrattuali. Si tratta di una modifica che divide nettamente l’utenza tra chi non lascia mai a secco il proprio credito residuo e chi invece viaggia sempre con pochi centesimi sulla scheda.

Per chi esegue la ricarica in tempo, non ci saranno problemi. Chi invece effettua la ricarica in ritardo, si troverà a pagare 1 euro in più. Infatti, Vodafone tratterà i 0.99 centesimi per mantenere attiva la promozione per 48 ore successive alla scadenza. Gli utenti potranno quindi sfruttare i propri minuti, SMS e giga senza ulteriori vincoli. Nel momento in cui si effettua la ricarica, dal credito verrà scalato il costo della promozione e l’euro aggiuntivo.

Se anche dopo lo scadere delle 48 ore aggiuntive non si effettua alcuna ricarica, la promozione attiva verrà disattivata e la SIM potrà solo ricevere chiamate e messaggi. Inoltre, non sarà possibile effettuare nessuna chiamata privata, ma si potrà utilizzare la rete solo per effettuare le chiamate di emergenza.

Leggi anche:  TIM, la novità fa infuriare i clienti: le ricariche da 5 euro sono sparite

L’operatore ha deciso di incentivare gli utenti a ricaricare le proprie SIM per tempo e non lasciare le schede senza credito. In questo modo, le promozioni attive sul numero di telefono potranno rinnovarsi automaticamente senza problemi. Chi invece dovesse trovarsi con un credito insufficiente al momento del rinnovo dell’opzione attiva si vedrà addebitare 1 euro.

Ovviamente, la modifica contrattuale si intende rivolta soltanto agli utenti in possesso di una SIM con piano ricaricabile. Sono esclusi dalla modifica gli utenti che hanno sottoscritto un piano in abbonamento.