smartphone in carica di notteSmartphone in carica di notte. L’argomento è ancora attuale in un 2019 che vede un’ottimizzazione senza precedenti sotto il profilo sicurezza. Si è giunti al punto tale che Samsung ha deciso definitivamente di adottare batterie mostruose per i suoi futuri Galaxy S10. I problemi che si sono avuti con Galaxy Note 7 sembrano solo un lontano ricordo. Nonostante questo ci sono ancora alcune cose da prendere in seria considerazione. A causa di conseguenze inattese potrebbe essere necessario sconsigliare la ricarica notturna.

 

Il brutto vizio di caricare lo smartphone di notte

Esiste una lista di telefoni pericolosi sconsigliati a priori da molti team di esperti in sicurezza. Ma ci sono anche alcune situazioni che ci espongono a rischi incredibili. Questo è il caso della batteria smartphone che prosegue durante tutto l’arco della notte.

Di per sé il processo di ricarica è indicato come sicuro da tutti i produttori. Vengono fatte una serie di prove e stress test prima di certificare un telefono come sicuro. Ma potrebbero verificarsi situazioni non volute in cui a rimetterci siamo noi stessi. E non stiamo parlando del solo rischio di ridurre il dispositivo in mille pezzi. L’esposizione ad un processo di ricarica ad oltranza logora i supporti provocando esplosioni che faremmo meglio ad evitare.

Ad incentivare il danno c’è un aumento di temperatura che dipende da numerose variabili. Lo stress termico indotto da un utilizzo intensivo delle risorse e vari fattori ambientali influenzano negativamente lo stato delle celle agli ioni di litio che compongono le batterie. Quando sono sottoposti ad intenso sforzo gli elementi si degradano riducendo lo spessore di dielettrico interposto tra le parti. La mancanza di una barriera di sicurezza porta al diffondersi di correnti di deriva che mandano in corto il sistema provocando un incendio.

Leggi anche:  Smartphone: basta una chiamata per avere 1647 euro di multa

Situazioni tipiche sono quelle che prevedono una ricarica notturna in prossimità di fonti dirette di calore e con dispositivo abilitato ad un gran numero di funzioni (GPS, hotspot, WiFi, Bluetooth). Sommando tutti questi fattori il rischio che il telefono possa esplodere senza preavviso è alto.

Possiamo ricaricare il telefono di notte senza problemi ma adottando comunque le dovute accortezze. Evitiamo di lasciarlo vicino a stufe elettriche, termosifoni, termocoperte o altre fonti dirette di calore. Quando possibile prevediamo di utilizzare il telefono senza troppi sforzi. No a giochi e lunghe chiamate telefoniche in zone poco areate e con connettore per caricatore connesso.

La situazione potrebbe degenerare ulteriormente in luogo di una ricarica rapida che accelera il processo sviluppando una potenza di ricarica superiore allo standard. Hai mai avuto qualche problema in tal senso? Ricarichi in sicurezza o qualche volta ti è andata male? Spazio ai tuoi commenti.