Google_sviluppatori

Ogni anno Google celebra una conferenza dedicata in particolare ai suoi programmatori e, quest’anno, non sarà diversa. Google I/O 2019 si svolgerà dal 7 al 9 maggio 2019. Sundar Pichai, CEO della società di Mountain View, ha pubblicato attraverso il suo account Twitter la conferma di questa data. Inoltre, abbiamo anche un’immagine con la nuova grafica di copertina per l’evento.

Il Google I/O 2019 si verificherà per il terzo anno consecutivo presso il bellissimo anfiteatro all’aperto, lo Shoreline Amphitheatre a Mountain View.

 

Che cos’è il Google I/O 2019

Questa è una conferenza per sviluppatori, tenuta annualmente da Google. Qui le innovazioni del software vengono discusse e presentati nuovi prodotti, nuovi hardware.

Questa recente pubblicazione sul social network Twitter denota la soddisfazione personale del CEO nel poter offrire ai suoi follower questa data. C’è anche la promessa sottostante di poter assistere ad un evento molto ricco in termini di lanci.

La conferma ufficiale finisce anche per confermare una buona manciata di rumor in merito e ora possiamo già segnare in agenda un’occasione in cui conosceremo maggiori dettagli sul sistema operativo Android.

Inoltre, avremo anche modo di conoscere il nuovo hardware, dai nuovi prodotti e, persino, un nuovo smartphone. Sì, Google Pixel 3 Lite è già stato ampiamente pubblicizzato su Internet negli ultimi mesi.

Leggi anche:  Gmail si aggiorna: ecco la nuova funzione approdata nel servizio

Sarà quindi l’occasione perfetta per presentare qualsiasi nuovo hardware. Fortunatamente, le voci e le fughe di informazioni sono particolarmente coerenti, indicando un nuovo dispositivo. Sebbene questa conferenza sia solitamente dedicata alle novità e ai principali miglioramenti apportati al software, Google lo ha anche utilizzato per presentare vari hardware.

Nel corso di questi tre giorni avremo numerose presentazioni e conferenze incentrate sui programmatori. Poi sapremo tutto ciò su cui Google ha lavorato – con il software – negli ultimi mesi. E’ probabile che si presentino altre soluzioni hardware. E avremo indubbiamente più notizie per la prossima versione del sistema operativo Android Q.

 

Android Q è una certezza

Questa sarà la decima versione della piattaforma per dispositivi mobili ed è già in fase di sviluppo. Fortunatamente, ci sono stati diversi indizi e fughe di informazioni che ci permettono di soddisfare la nostra curiosità.

Si prevede che Android Q supporti nativamente il riconoscimento facciale dell’utente per l’autenticazione. Si ritiene che presenti diverse nuove opzioni di personalizzazione per smartphone e altri dispositivi mobili.

Il Dark Mode integrerà nativamente il sistema operativo. Pertanto, qualsiasi utente di un telefono Android può usufruire di questa funzione.

Non abbiamo dubbi che, come nelle precedenti edizioni, Google rivelerà molte informazioni su Android Q. Potrebbero riguardare il numero, la qualità e le caratteristiche dei build beta.