nuovo caso di phishingLa Polizia Postale segnala un nuovo caso di phishing ai danni dei titolari di carte PostePay. L’email si spaccia per un avviso di Poste Italiane che informa i clienti di aver ricevuto un accredito e che non è stato possibile portare a termine l’operazione a causa di problemi relativi ai dati dell’utente. L’invito, dunque, è quello di aggiornare i dati di accesso al proprio conto così da poter ottenere la cifra ricevuta.

Ovviamente, l’espediente utilizzato dai cyber-criminali è falso e lo scopo è quello di arrivare al denaro delle vittime.

Truffe online: nuovo caso di phishing ai danni dei titolari di carte PostePay!

L’ultima truffa arriva tramite email e si rivolge ai titolari di carte PostePay esortandoli a fornire le loro credenziali di accesso al conto online. La strategia è tipica del phishing, quel tentativo di frode che inganna gli utenti al fine di ottenere i dati che consentono di arrivare al denaro. In questo caso l’espediente utilizzato è quello del falso accredito da riscattare inserendo le proprie credenziali poiché un presunto problema avrebbe impedito di accreditare correttamente la cifra. L’utente, quindi, non appena ricevuta la notizia dovrebbe affrettarsi e fornire ai malfattori i suoi dati. Il procedimento consentirà ai criminali di prosciugare le carte PostePay tramite pochi passaggi, compiendo dunque la truffa senza destare alcun sospetto.

Leggi anche:  PostePay: come difendersi dalle truffe che svuotano i conti

Come segnalato dalla Polizia Postale, comunicazioni di questo tipo nascondono soltanto tentativi di frode. Quindi, è fondamentale prestare la massima attenzione, non lasciarsi ingannare dalle email phishing e non fornire i propri dati.