La tecnologia è in continuo sviluppo e tutti i consumatori, stanno aspettando l’arrivo del DVBT2 per la visione dei canali in ultra HD; il DVBT2  (Digital Video Broadcasting Television 2) è il nuovo standard per il digitale terreste, che si differenzia da quello attuale perché offre ai consumatori, la visione di tutti i canali in ultra HD. Il nuovo sistema si basa su scelte d’implementazioni e sarà disponibile nel 2020, ma le prime tariffe potranno essere disponibili già nel 2019.

Un nuovo decoder o televisore per i consumatori

A differenza della rete 5G degli smartphone, che sarà il consumatore a scegliere se possederlo o meno, il DVBT2 è uno standard che dovrà essere installato obbligatoriamente; non sarà affatto economico per i consumatori, perché la maggior parte delle televisioni, non supportano il nuovo standard digitale terrestre.

Per gli utenti che possiedono una televisione già da due o tre anni, saranno costretti ad acquistarne una nuova oppure un decoder aggiornato, che permetterà la visualizzazione dei canali in ultra HD; chi invece è intenzionato già ad acquistare un nuovo televisore, si consiglia di fare maggiore attenzione prima dell’acquisto, verificando che la televisione sia dotata di codec HEVC, per essere pronto all’arrivo del DVTB2.

Leggi anche:  DVB T2: per vedere Mediaset e Rai si dovrà cambiare TV? Ecco la verità

Ecco come verificare se la tv già acquistata è adatta al DVTB2

Per i consumatori, che vogliono verificare se la loro televisione sarà capace di supportare il nuovo standard di digitale terrestre, il consumatore dovrà accendere la TV e con il segnale DVTB2, visualizzare i canali network HD di RAI e Mediaset; se il televisore è capace di visualizzarli senza problemi, il consumatore non sarà costretto ad acquistare un nuovo televisore o decoder.