Apple iPhone XR

È proprio un periodo difficile per Apple. In Germania e in Cina sono state bloccate le vendite di iPhone 7 e 8 a causa della violazione dei brevetti Qualcomm. A questo grosso problema si aggiungono anche le previsioni di vendita in calo da parte degli analisti.

Infatti Jun Zhang, analista di Rosenblatt, un una nuova nota agli investitori ha pre-annunciato un nuovo taglio alla produzione di Apple. Infatti, secondo le stime, l’azienda di Cupertino potrebbe ordinare un taglio di circa 4 milioni di unità durante il corso del 2019. Questo calo degli ordini segue quello che già si è verificato qualche mese fa per le linee di produzione di iPhone XS e iPhone XR.

Nello specifico, Apple potrebbe ordinare una riduzione della produzione pari a circa 2,5 milioni di unità per gli iPhone XR. Per quanto riguarda iPhone XS invece il taglio dovrebbe aggirarsi sul milione di device. Non sarà esente iPhone XS Max, la cui riduzione dovrebbe attestarsi sul mezzo milione di smartphone.

Una delle possibili motivazioni la si potrebbe trovare in una previsione sbagliata da parte di Cupertino. Dividendo la produzione su tre livelli, si sarebbe commesso qualche errore di previsione, sovrastimando le necessità. Tuttavia bisogna anche tenere conto di altri fattori. Prima di tutto bisogna considerare la sfida legale con Qualcomm. Inoltre potrebbe influire anche l’attuale situazione di Huawei. Infatti Meng Wanzhou, CFO del colosso Cinese, è stata arrestata negli Stati Uniti.

Leggi anche:  Apple e gli iPhone 5G: la soap opera di Cupertino continua

Questa mossa potrebbe mettere Apple a rischio di ritorsioni proprio nel mercato Asiatico. Tutti i produttori che sostengono Huawei potrebbero unirsi per fare fronte comune contro Apple, incentivando i propri dipendenti a boicottare l’hardware americano.