L’attesa sale giorno dopo giorno per l’ingresso della nuova rete 5G, ma in queste ore gli utenti che utilizzano la rete 4G sul proprio smartphone possono essere colpiti da diverse attività criminali.

Secondo le ultime indiscrezioni, alcuni ricercatori della Ruhr-Universitat Bochum e della New York University di Abu Dhabi hanno rilevato della falle vulnerabili che possono compromettere la rete attuale (4G), ma allo stesso tempo possono creare dei problemi per quanto riguarda la quinta rete di generazione. Tutti gli utenti che possiedono uno smartphone, possono essere probabili vittime degli hacker.

 

Tre protocolli riscontrati

Da quello che ci risulta, sembra essere WhatsApp l’applicazione di riferimento per i malintenzionati che possono provocare diversi danni agli utenti.

La nota applicazione di messaggistica istantanea più popolare al mondo, è stata presa di mira dagli hacker, i quali possono spiare tranquillamente le conversazioni delle vittime a causa di alcune falle presenti nella rete 4G.

Leggi anche:  Tim, Wind Tre, Vodafone e Iliad: tutti spiati dalla nuova falla del 4G

I ricercatori delle due università hanno constatato che le falle di cui vi stiamo parlando, sono situate in tre protocolli e sono i seguenti:

  • Primo protocollo: permette di accedere direttamente al device attraverso il collegamento alla rete 4G.
  • Secondo protocollo: consente di ottenere delle informazioni tramite la rete mobile.
  • Terzo protocollo: permette di scollegare il device dalla rete.

Con queste falle appena elencate, gli hacker possono impadronirsi del dispositivo della persona coinvolta, violando la privacy e la posizione geografica. Questi criminali possono spiare tutte le conversazioni presenti sull’applicazione di WhatsApp, quindi leggere i messaggi, ascoltare i messaggi vocali e soprattutto inviare dei finti messaggi di emergenza.