smartphone Android Xiaomi MeituXiaomi Corporation è un’azienda giovane ed in perenne espansione. Segue ed alimenta i trend del momento e lancia nuove mode per i camera-phone che si porteranno al mercato nell’immediato 2019. In questo preciso momento si discute del nuovo smartphone con 3 fotocamere frontali realizzato in collaborazione con la società cinese Meitu, la quale ha appena ottenuto la certificazione TENAA per il progetto. Scopriamo in cosa consiste esattamente.

 

Xiaomi lancia il primo smartphone con 4 selfie-cam

Il fatto di sostituire mirrorless e fotocamere d’alto rango con i telefoni Android sembra diventato l’obiettivo per il 2019. Mentre LG Electronics realizza il suo smartphone con 16 fotocamere posteriori Xiaomi pensa a qualcosa di esclusivo. Viene presentato il primo telefono con 3 fotocamere selfie.

Stando ai dati diffusi dall’ente di certificazione cinese si tratta di soluzioni che equipaggiano 3 sensori da 12, 20 ed 8 Megapixel su Meitu MP1801. Il nuovo smartphone concede i render, dai quali si evince la chiara presenza di una notch area dedicata. Secondo il rapporto pare che le fotocamere possano offrire rispettivamente visione grandangolare, normalizzata e di profondità. Il notch, come si può vedere, è gigantesco.Xiaomi Meitu MP1801 render

Leggi anche:  Xiaomi Black Shark arriva in Italia ad un prezzo imbattibile

Il retro, invece, è più discreto e contenuto del davanti e manifesta due obiettivi da 12 ed 8 Megapixel disposti orizzontalmente in linea con due Flash LED laterali. Una configurazione un po inconsueta che potrebbe rivelare parecchie sorprese a livello software.Xiaomi Meitu MP1801 RetroIl design è curioso ed alquanto discutibile, vista la forma esagonale che diversifica decisamente il prodotto dalle masse. Il comparto hardware, ad ogni modo, è degno dei più blasonati top di gamma del momento. Giunge con al seguito 8 GB di RAM e configurazioni di memoria interna da 128 e 256 GB. Il display è un modulo Full HD+ da 6.21 pollici OLED con risoluzione pari a 2248×1080 pixel. A governare il tutto troviamo Android 9.0 Pie ed una capiente batteria da 3.400 mAh integrata e non removibile.

Mancano solo i dati per disponibilità e prezzo di vendita. Siamo davvero curiosi di scoprire come Xiaomi intenda operare lato software per l’ottimizzazione delle foto scattate tramite i moduli anteriore e posteriore. Lo comprereste con quel design e queste caratteristiche pro-notch? A voi la parola.