Da quando è stato messo in vendita l’iPhone X, la nota azienda di Cupertino ha riscontrato un forte successo, soprattutto quest’anno visto che è stato uno degli smartphone più venduti in assoluto ed ha soddisfatto un gran numero di utenti.

Nonostante questi risultati positivi, nei giorni scorsi è balzata fuori la notizia di un esplosione di un iPhone X durante l’aggiornamento del nuovo sistema operativo di Apple, ovvero iOS 12.1. Il caso è accaduto in Siria, dove il proprietario del device ha visto con i suoi occhi la fuoriuscita del fumo dal proprio melafonino.

 

L’iPhone X che prende fuoco

Da quello che ci risulta, il proprietario del dispositivo si chiama Rocky Mohamadali e lui stesso ha raccontato su Twitter la vicenda che in pochi giorni ha fatto il giro del web.

L’utente conferma che il suo iPhone X ha iniziato ad emettere il fumo grigio già nella fase iniziale dell’aggiornamento a iOS 12.1. La situazione è andata a peggiorare al termine dell’aggiornamento, dove il melafonino ha preso completamente fuoco. Esattamente, una volta concluso l’aggiornamento, il dispositivo si è riavviato ma all’improvviso è esploso.

Leggi anche:  Samsung: smartphone con 5G di Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad in Italia nel 2019

L’utente è convinto che il suo dispositivo non aveva nessun problema prima del fenomeno avvenuto. Inoltre, al momento dell’esplosione il melafonino si trovava in carica tramite un alimentatore ufficiale di Apple. Quindi, si possono escludere problematiche riguardanti ad alimentatori non ufficiali e meno sicuri.

Apple fa sapere che si tratta di un evento unico, senza alcun precedente. Ancora non si capisce, quale sia stata la causa che ha comportato l’esplosione di questo dispositivo. Intanto l’utente è stato contattato dal supporto Apple e dovrà interfecciarsi con l’assistenza per risolvere questa situazione.