Mediaset Premium: venduta ufficialmente a Sky la piattforma tecnologica

Per molti giorni gli utenti hanno avuto informazioni riguardo ad una situazione che inizialmente sembrava pura utopia. La vendita da parte di Mediaset a Sky sembrerebbe essere avvenuta ufficialmente e riguarda in particolare la sua piattaforma.

L’azienda ha quindi ceduto R2, nota società a cui proprio Premium ha dato i natali, in maniera ufficiale al colosso straniero. Si tratta dell’infrastruttura preposta ad un determinato compito, ovvero quello di criptare il segnale per quanto riguarda le offerte a pagamento. Ad essere coinvolti in tutto ciò anche 130 lavoratori appartenenti ad R2, la quale ricordiamo si occupa di fornire anche i servizi tecnologici e distributivi per i contenuti a pagamento.

 

Mediaset cede R2 a Sky: oltre ad AGCOM, scendono in campo i sindacati per la tutela dei lavoratori

Il tuitto sembra ormai ben definito e l’opzione di put esercitata proprio da Mediaset grazie all’accordo di alcuni mesi fa attende solo la “ratifica” dell’Antitrust entro dicembre. Intanto il noto ente AGCOM fornisce qualche dato interessante: Sky detiene attualmente il 77% della Pay TV in Italia, mentre Premium solo il 21%. 

Leggi anche:  Mediaset Premium vende a Sky: clamorosa indiscrezione conferma l'affare

Quando parliamo dunque di “opzione di put“, intendiamo dire che Premium potrà continuare la sua attività nel produrre contenuti, ma questi andranno in onda sulle reti Sky. A questo punto subentra però la preoccupazione per i lavoratori; i sindacati a questo punto scendono in campo per assicurare ad essi garanzie di integrazione. Questo è quanto scritto nella nota Slc CGIL Nazionale:

Si convochi immediatamente un tavolo di confronto con Sky e anche con Mediaset per valutare preventivamente quello che sarà l’impatto sociale della compravendita come previsto dall’accordo sottoscritto con le sindacati e Rsu dalla stessa Mediaset lo scorso 24 aprile”