WiFI DirectQuanti di voi non hanno mai sentito parlare del WiFi Direct? Siamo certi che siano in molti ad ignorarne addirittura l’esistenza. Viene riportata tra le caratteristiche dei telefono ormai da anni ma se ne fa erroneamente poco uso. Accedere a queste funzioni rappresenta un serio vantaggio per la gestione dei dispositivi ed apre la strada a nuove possibilità. Assicurato. Non potete non conoscerla. Vediamo in cosa consiste.

 

WiFi Direct: devi conoscerlo ad ogni costo

In Italia si stanno gettando le basi per un complesso piano che conceda il WiFi gratis e libero a tutti in alta velocità. Mentre si medita sul da farsi si ignora l’esistenza di una tecnologia legata alle connessioni senza fili che spesso e volentieri passa in secondo piano.

La tecnologia WiFi Direct rappresenta un valido supporto ai tradizionali sistemi di connettività wireless e la sua utilità si manifesta in varie occasioni. Consente di creare un ponte di comunicazione tra i dispositivi senza passare per router e cavi vari. Il nostro stesso smartphone diventa una sorgente, garantendo l’invio di file in modo diretto (da qui la dicitura Direct).

Risale a ben 8 anni fa ed è debuttata già in occasione del lancio del Galaxy S 2010. Nel tempo si è perfezionata, offrendo varie revisioni e, ad oggi, è presente su tutti gli smartphone Android.

Ma quali sono i reali vantaggi derivanti dal suo utilizzo? Scopriamoli ora.

 

WiFi Direct: perché conviene usarlo

WiFi Direct è alternativo al Bluetooth. Affermazione dietro cui si mascherano una serie di vantaggi diretti. In primo luogo il Bluetooth rappresenta una tecnologia secure-free, nel senso che i dati in transito non sono crittografati con chiave cifrata. Chiunque, armato di cattive intenzioni, può intercettare un file ed entrare nel nostro telefono. Con il WiFi Direct questo non succede.

Tra l’altro, questa tecnologia viene usata anche per trasmettere il contenuto dello schermo del telefono o del PC ad un televisore. Ma esistono degli svantaggi. Purtroppo è così.

 

WiFi Direct: perché non usarlo

Lo svantaggio principale di questo sistema si fa corrispondere al fatto di non avere una funzione nativa a livello di sistema. Cosa che ci porta necessariamente a scaricare un’applicazione di terze parti cui concedere i relativi permessi di lettura sui contenuti. Ottimo esempio di tale sistema è Send Anywhere, il cui download gratuito è disponibile qui.

Send Anywhere (Dateitransfer)
Send Anywhere (Dateitransfer)
Per il resto il sistema funziona e non pone limiti rispetto al Bluetooth e ad altri sistemi di comunicazione paralleli. Adesso resta da capire come funzioni.

Come usare il Wifi Direct

Usarlo è semplicissimo. Davvero. Andiamo nelle Impostazioni ed accediamo al profilo WiFi dal blocco della connettività. Tra le opzioni aggiuntive disponibili in questa sezione troviamo anche la funzione Direct. Attiviamo e siamo subito pronti a condividere. Non serve sapere altro.

Possiamo mandare una foto al volo. Andiamo nella nostra galleria, selezioniamo l’immagine e scegliendo la funzione Direct la condividiamo con il nostro dispositivo preferito. C’è un altro motivo per preferirlo al Bluetooth? Assolutamente sì, visto che possiamo inviare file di grandi dimensioni. Hai un vidoe 4K a 60 fps che devi inoltrare? Nessun problema: WiFi Direct.

Avete mai usato questa funzionalità Android? Avete incontrato qualche difficoltà nella configurazione e nella condivisione dei contenuti? Fatecelo sapere.