truffe

Sono molti gli utenti che reputano sicuri siti di compravendita online come Subito.it, Kijiji, Ebay e affini. Ma il problema che affligge la maggior parte degli utenti, quando si tratta di acquisti di prodotti sia nuovi che usati, è la fiducia. Perchè in questo caso si entra in contatto con privati, e non sempre con aziende pronte a rispettare tutti i termini dell’acquisto.

In questa nuova rubrica, andremo quindi a scoprire come difenderci dai vari tentativi di frode che esistono su queste piattaforme, cercando di capire come identificare un annuncio fasullo da uno reale.

Inoltre, grazie al sito di tellows, saranno pubblicati periodicamente numeri di telefono, nominativi e postepay utilizzate da chi ha truffato. Questo è stato reso possibile dalla collaborazione degli utenti che hanno subito la frode. Tellows, è un sito nato principalmente per permettere agli utenti di lasciare una recensione sui numeri di telefono da cui ricevono chiamate, ed ogni numero ha una propria scheda, con votazioni e commenti.

Tellows usa un sistema di rank tramite l’utilizzo di stelle, con una scala che va da da 1 (molto affidabile )a 9 (poco affidabile).

 

Come riconoscere un annuncio truffa

La maggior parte delle volte, chi propone un prodotto su queste piattaforme ed ha in mente di truffare, cerca sempre di inserire all’interno dell’annuncio quante più informazioni possibili, ma mai nulla di specifico. Facciamo un esempio.

Una PS4 Pro attualmente viene venduta nuova a partire dai 400 euro, sia sullo store di Amazon che nei negozi fisici come Mediaworld. Quanto dovrebbe costare quindi una versione usata, considerando i tempi di usura e la svalutazione del prodotto?

Non meno di 280 euro usata, e i motivi sono molto semplici. Per quanto riguarda questo prodotto specifico, dobbiamo si considerare diversi fattori che fanno oscillare il prezzo, come gli anni di usura o la condizione dei dispositivi connessi alla console, ma anche la questione dell’obsolescenza programmata, che rende il dispositivo praticamente quasi inutilizzabile dopo tot anni di utilizzo.

Quindi, per chi cerca una PS4 Pro, l’imperativo è il risparmio. Ma l’ago della bilancia, che in questo caso punta verso l’idea di un acquisto intelligente, creerà le condizioni per i truffatori di abbindolare facilmente chi vuole cercare di risparmiare quei 30-40 ma anche 50 euro dal prezzo standard.

Il prezzo “canonico” di una PS4 Pro usata, su siti come Subito, si aggira intorno i 300-350 euro in media, mentre gli annunci “esca” mostrano sempre un risparmio calcolato che va dai 40 ai 50 euro sul prezzo medio trovato in rete. Di solito, questi annunci vengono sopratutto caratterizzati con foto di qualità, che mostrano il prodotto in tutta la sua interezza accompagnato da una descrizione impeccabile.

Leggi anche:  Unicredit, SanPaolo e BNL: conti correnti attaccati, arrivano nuove segnalazioni

In questo caso però, potremmo trovarci di fronte a due tipi di situazioni: se l’annuncio consente di contattare il venditore solo tramite e-mail, è molto probabile che il truffatore stia usando un servizio VPN per nascondere il traffico dati, quindi sarà difficile o quasi impossibile poterlo rintracciare.

Ma nel caso questo possa essere contattato anche tramite numero di telefono, è qui che entra in gioco Tellows. Grazie a questo sito, come citato prima l’utente potrà quindi monitorare il numero, cercando riscontri da altri utenti che hanno inserito recensioni. Se il numero non si troverà nel database, non è sempre detto che possa essere pulito, e in questo caso sarà solo questione di buon senso.

Ricordate che nella maggior parte dei casi il truffatore cercherà di chiudere la trattativa facendosi inviare un anticipo o direttamente tutta la somma dovuta, su carta PostePay. Evitate in ogni caso approcci del genere, perchè queste carte spesso sono intestate ad altre persone, e nella maggior parte dei casi parliamo di conti attivati con dati anagrafici rubati. Molte delle carte utilizzate per truffare infatti, sono state attivate con codici fiscali rubati, che risultano però “validi” se inseriti sulla pagina web dell’Agenzia delle Entrate. Cercate in ogni caso di utilizzare sistemi di pagamento protetti, come Paypal o PaySafe. In caso contrario dovrete essere certi delle intenzioni del venditore.

La lista aggiornata delle truffe di ottobre

Proprio per questo motivo quindi, con l’intenzione di facilitare l’utilizzo di questo sito e dare una copertura più vasta per quanto riguarda il monitoraggio dei numeri utilizzati per truffare, ecco preparata una lista che contiene le informazioni dei truffattori, pubblicate sul sito da chi è stato truffato in questi mesi:

TRUFFE SUBITO.IT:

Tipo di chiamata: Truffa(20)
Nome utilizzato: Davide (8) Sconosciuto(6) Luciano Cirillo(4)
Numero di valutazioni: 27
Ulteriori numeri associati al truffatore: 3779977593, 3388051030 , 096895574, 3289020554.

Tipo di chiamata: Truffa(8) Sconosciuto(4)
Nome utilizzato: Daniel Antonio (1) Sconosciuto(9)
Numero di valutazioni: 12
Ricerche su questo numero: 929

TRUFFE ENEL:

Tipo di chiamata: Truffa(141) Sconosciuto(44) Pubblicità aggressiva(26) Terrorismo telefonico(23) Telemarketing(8)  Indagine di mercato(1)
Nome utilizzato: Call center (35) Sconosciuto(119) Iren(7)
Numero di valutazioni: 277
Ricerche su questo numero: 115947

Ulteriori numeri associati al truffatore: 3495391216, 3394552067, 3311814009.