5G

L’avvento del 5G sta eccitando parecchie persone così come ne sta allarmando altrettante. Il futuro nuovo standard per le reti mobili ha già smosso l’animo del popolo italiano, ma questa volta qualcosa di negativo si sta spargendo online. Nuove bufale e falsi allarmismi hanno toccato il futuro Internet of things creando discontenti vari e quasi complotti pilotati. Sebbene la libertà di parola sia un diritto inviolabile della popolazione, a chi sparge false notizie e ideologie campate in aria andrebbe un po’ limitato.

La questione centrale che ha infiammato l’opinione pubblica è: Il 5G è rischioso per la popolazione? Il nuovo standard può influire negativamente sulla salute delle persone?Dopo la vera e propria inchiesta nata nei confronti degli smartphone, nasce un nuovo dibattito sulle future connessioni mobili.

La risposta di chi ne capisce

Sebbene non esista un vero e proprio responso sull’effetto di questa nuova tecnologia sul lungo termine, gli scienziati, basandosi su studi precedenti e riguardanti il rapporto tra corpo umano e onde elettromagnetiche, sono già pronti a deviare diverse bufale che si sono sparse online. Nonostante ciò, ribadiamo il concetto che non esistono ancora prove effettive data anche l’immatura esistenza di tale tecnologia. A tal proposito, dunque, vi invitiamo a non credere alle moderne Catene di Sant’Antonio che infangano le reti pioniere senza una base solida ed una ricerca scientifica e comprovata alle spalle. In fin dei conti, i veterani ricorderanno bene che anche per l’avvento dei precedenti standard (2G, 3G e 4G) si è scatenata la medesima ondata di allarmismi invani.

Leggi anche:  OnePlus lancerà il suo primo smartphone 5G in Europa nel 2019