mail phishing
Le truffe online continuano ad essere molto frequenti e circolano soprattutto tramite email o SMS. I clienti vengono ingannati attraverso false comunicazioni e derubati a causa di un semplice “click” in più, che è opportuno saper evitare. Il phishing richiede la massima attenzione perché tramite i suoi toni intimidatori può causare problemi poco piacevoli.

Poste Italiane è tra le aziende più utilizzate dai malfattori per mascherare le email fake e convincere i suoi clienti. Nonostante ciò, i titolari di carte PostePay sono al sicuro, l’azienda ha più volte rassicurato i vari utenti informandoli di non essere solita richiedere dati online. La richiesta delle credenziali, infatti, è ciò che caratterizza i tentativi di frode online a cui ci riferiamo e va assolutamente ignorata.

PostePay: le truffe online tentano di ottenere i dati dei clienti!

Tutta la truffa ruota attorno l’inganno psicologico dell’utente al fine di esortarlo a fornire i suoi dati in maniera del tutto inconscia. L’utente, preoccupato dalla comunicazione ricevuta, è invitato a fornire le sue informazioni personali. Convinto di aver aggiornato le credenziali al fine di risolvere eventuali disguidi segnalati dalla mail, l’utente avrà invece dato accesso al suo conto ai criminali.

Leggi anche:  PostePay: le truffe online continuano a circolare, ecco cosa fare in caso di phishing

La cosa importante per sfuggire a questi tentativi di frode, quindi, è non fornire mai dati sensibili, qualsiasi sia la richiesta presente all’interno delle mail ricevute. Nessuna azienda informa i suoi clienti di aver riscontrato problemi relativi al conto tramite posta elettronica o SMS. Né richiederà mai dati personali online. Per tutelare i propri risparmi, quindi, è importante prestare attenzione e non affidarsi alle email fake.