IPTV: quello che è successo dopo il servizio de Le Iene ha dell'incredibile

Optando per il servizio IPTV, gli utenti sanno di poter risparmiare davvero un botto di soldi ogni anno. Il problema principale è che si tratta di una soluzione davvero difficile da comprendere per via della sua illegalità.

Molti utenti hanno deciso di non rischiare mentre la maggior parte invece ha scelto di ottenere il servizio e di avere tutto a costo bassissimo. Le Iene con un loro servizio della settimana scorsa hanno fatto il punto della situazione, mettendo tutti a conoscenza di come funziona il tutto. Le persone sono già informate da tempo ma molte altre hanno ricevuto info dopo il servizio in TV su Italia 1. 

 

IPTV: Le Iene provocano l’effetto contrario, invece della sensibilizzazione parte la corsa alla sottoscrizione di nuovi abbonamenti

Moltissime persone che già hanno questo servizio direttamente a casa, possono testimoniare davvero in merito ad ogni suo aspetto. L’IPTV funziona benissimo con reti in fibra ottica, dato che viene trasmesso tutto tramite internet, ma si tratta di una soluzione illegale al massimo. 

Leggi anche:  IPTV, ci sono rischi enormi per chi guarda Sky e DAZN a costi bassissimi

Il segnale viene infatti rubato ai flussi delle grandi aziende che in tutti i modi stanno cercando di combattere il fenomeno. Ora come ora sembra davvero difficile, soprattutto dopo il servizio andato in onda mercoledì grazie a Le Iene. L’inviato ha cercato di spiegare tutto riguardo ai rischi e soprattutto di sensibilizzare il pubblico che però pare aver fatto orecchie da mercante. In tanti infatti hanno richiesto info per attivare l’IPTV direttamente a casa propria. Come andrà a finire?