RadiazioniLe radiazioni elettromagnetiche potrebbero essere un male da cui rifuggire onde evitare spiacevoli sorprese e futuri problemi per l’organismo. Nell’attesa di conoscere la classificazione ufficiale da parte delle Organizzazioni del settore, è possibile prendere delle precauzioni per limitare l’esposizione del nostro corpo.

Lo smartphone moderno, in un modo o nell’altro, non può evitare l’emissione di radiazioni elettromagnetiche senza limitare la connettività o il segnale con il quale poter effettuare le chiamate. Il problema risiede nel calore emesso dalle stesse che, a contatto con i nostri tessuti, potrebbero causare l’insorgere di particolari patologie. L’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha ancora tolto completamente il velo sulla vicenda, classificando le radiazioni come “possibili cancerogeni“, anche se numerosi studi paiono confermare la cancerogenicità. Nell’attesa di scoprire i futuri risvolti, non resta che prendere alcune precauzioni.

 

Radiazioni elettromagnetiche: come limitare al massimo l’esposizione

Il vademecum è composto da pochissimi punti.

  • Evitare di lasciare il telefono acceso sul comodino (o ancora peggio sotto il cuscino) la notte: mentre il nostro cervello riposa è sicuramente più vulnerabile rispetto alla normale operatività giornaliera, il rischio quindi di assorbirne in quantità non desiderate è più elevato del solito.
  • Utilizzare auricolari (meglio se con il filo) o vivavoce durante le chiamate: il maggior quantitativo di radiazioni viene emesso proprio in chiamata, per questo motivo consigliamo di tenere il dispositivo vicino all’orecchio il meno possibile.
  • Evitare di trasportare lo smartphone troppo a contatto con il corpo: quanti di noi non hanno mai tenuto il device nelle tasche dei pantaloni (sopratutto in più giovane età)?, ebbene è una pratica da sconsigliare, anche in questo caso l’esposizione è maggiorata proprio per il contatto diretto con l’organismo.
Leggi anche:  Smartphone e radiazioni: perché non caricarli di notte e quali sono i più pericolosi

In ogni caso, ricordate sempre che l’intensità delle radiazioni diminuisce con l’allontanamento dal corpo. Più lo smartphone verrà tenuto lontano, minore sarà l’influenza diretta.