huawei watch gt

Sono emersi nuovi dettagli riguardo Huawei Watch GT. Lo smartwatch cinese potrebbe sorprendere tutti differenziandosi nettamente dalla concorrenza. Questa indiscrezioni arriva direttamente da Roland Quandt di WinFuture.de, un esperto del settore.

Infatti gli ultimi rumors trapelati in queste ore indicano che Huawei potrebbe separarsi dall’ecosistema Android. Il Watch GT infatti potrebbe essere dotato di un sistema operativo diverso da Wear OS. Si pensa che sia in arrivo una soluzione proprietaria pronta a fare concorrenza a Google. Ovviamente saranno presenti le funzioni basilari tra cui l’orologio e la connessione allo smartphone per gestire le notifiche, ma non si conoscono ulteriori dettagli.

Per quanto riguarda la dotazione hardware invece, ci si aspetta una piccola rivoluzione anche in questo campo. La piattaforma SoC di Huawei Watch GT non dovrebbe essere basata su Qualcomm Snapdragon Wear 2100 o 3100. Anche in questo caso si mormora di una soluzione proprietaria basata su chip ARM Cortex-M4.

Leggi anche:  Android Pie migliora l'autonomia: nuova funzione per gestire la luminosità del display

Il vantaggio di questa scelta è da ricerca tutta l’autonomia. Sacrificando la potenza pura, si può arrivare ad  una durata della batteria nettamente maggiore rispetto agli standard attuali. Huawei dichiara che la batteria da 420mAh potrebbe arrivare a ben sette giorni di utilizzo con Ambient display sempre attivo. Con un utilizzo meno spinto, l’autonomia potrebbe salire addirittura a 14 giorni.

Huawei Watch GT  inoltre sarà dotato di un display OLED da 1.39 pollici di forma circolare. La risoluzione attesa è di 454 x 454 pixel il che determina una densità di 326 ppi. Non mancano il GPS, il sensore per rilevare il battito cardiaco e la bussola. Il prezzo di lancio dovrebbe aggirarsi sui 200 euro circa ma non si hanno certezze in merito. L’azienda non ha ancora comunicato nessun dettaglio per la disponibilità