Attenzione ai falsi operatori Tim

Ebbene sì, torniamo ancora una volta a parlare di truffe online, questa volta di mezzo c’è l’Inps, l’istituto nazionale della prevenzione sociale. Moltissimi utenti stanno ricevendo e-mail che portano proprio questo nome.

Gli utenti più ingenui, vedendo il nome Inps come mittente, sono subito spinti dall’aprire il messaggio e i link presenti al suo interno. Fate molta attenzione, ecco i dettagli.

 

Truffe online: fate attenzione alla finta e-mail che circola con il nome di Inps

Purtroppo, tra le vittime preferite dei cybercriminali ci sono anche gli anziani, che la maggior parte delle volte non pensano ci siano persone così brutali in circolazione. In questo caso di tratta di tentativi di phishing ai danni degli utenti che stanno ricevendo il messaggio in questione. L’e-mail infatti ingolosisce moltissimi utenti, parlando di rimborsi fiscali.

Ovviamente si tratta di truffe molto bene organizzate, con tanto di logo Inps all’interno del messaggio. Nell’e-mail si informa l’utente di un presunto rimborso non andato a buon fine e invita ad aggiornare le proprie impostazioni seguendo il link contenuto nel testo. L’Istituto sta segnalando proprio in questi giorni che, tutte le e-mail che portano come oggetto un rimborso contributivo, non sono altro che bufale e tentativi di phishing.

Leggi anche:  PostePay: nessun bonifico in arrivo, l'ultima email è solo un tentativo di truffa

L’istituto inoltre ha provveduto a segnalare il fenomeno alle autorità competenti invitando tutti gli utenti che ricevono un messaggio simile a fare lo stesso. Non accettate quindi alcuna richiesta che arriva per e-mail non certificata, per telefono e anche tramite il porta a porta. Solitamente istituiti del genere, come anche le Poste Italiane, invitano l’utente a presentarsi presso un ufficio competente per approfondire tali argomenti, mai con un messaggio elettronico.