Microsoft lancia Office 2019, disponibile per sistemi operativi Apple e Windows

Nella giornata odierna Microsoft ha iniziato il rollout delle versioni di Office 2019 per sistemi operativi Windows e Mac. L’aggiornamento è stato progettato per aziende e utenti che non hanno aderito al servizio Microsoft Office 365.

Il target da raggiungere quindi sembrerebbe indirizzato verso gli utenti che possiedono ancora copie obsolete del programma. Questo perchè Office 2019 è essenzialmente un sottoinsieme di funzionalità prese e aggiunte da Office 365. Infatti il famoso servizio negli ultimi tre anni ha rilasciato aggiornamenti per Word, Excel, PowerPoint, Outlook, Project, Visio, Access e Publisher.

Il programma includerà anche una nuova funzione simile ad un astuccio che racchiude diversi tipi di penne, ma anche un sacco di personalizzazioni non presenti sulla versione 365. Inoltre sta iniziando il porting per la modalità “messa a fuoco” di Word, insieme a un nuovo traduttore e miglioramenti dell’accessibilità. Le transizioni Morph, il supporto dei modelli SVG e 3D, la sequenza in-click e l’esportazione di video 4K saranno funzioni tutte accessibili da PowerPoint.

Leggi anche:  IA, un nuovo report esamina i problemi di questa potente tecnologia

 

Le nuove funzionalità introdotte nel pacchetto

Infine oltre a questi singoli aggiornamenti e modifiche, nelle prossime settimane verranno pubblicati anche Exchange Server 2019 e Skype for Business Server 2019. Non va dimenticata anche la presenza dello SharePoint Server 2019 e Project Server 2019, soluzioni pensate unicamente per le aziende. Si tratta di programmi per la gestione di portfolio e progetti, disponibili per l’anteprima oggi.

Questa nuova versione include miglioramenti delle prestazioni, scalabilità, reporting e accessibilità ad un set esteso di API. Per quanto riguarda invece prezzi e disponibilità, il pacchetto completo potrà essere acquistato con licenza commerciale e per aziende a partire dalle prossime settimane.