Truffe online

Al giorno d’oggi, con quest’uso del mondo web, le truffe online sono purtroppo all’ordine del giorno. Migliaia di utenti sono continuamente soggetti ad incorrere in tentativi di phishing via mail.

Lo scopo dei cybercriminali è sempre lo stesso, ottenere i dati sensibili di migliaia di utenti per poi utilizzarli a loro piacimento. Fate molta attenzione anche alle coordinate bancarie e ai documenti d’identità. Al fine di limitare le truffe, l’associazione CODICI, ha voluto mettere in guardia gli utenti.

 

Truffe online: l’associazione CODICI mette in guardia gli utenti

La maggioranza delle truffe presenti online sono a tentativo di phishing, ovvero tentano di accedere ai dati degli utenti colpiti. Una delle maggiori vie è l’indirizzo e-mail, se il sistema di posta elettronico non riesce a riconoscere autonomamente il tentativo di spam, è l’utente che deve occuparsene e per farlo, deve essere informato sulle modalità per riconoscerle.

L’associazione CODICI ha informato che, nel periodo estivo questi tentativi di truffa sono sicuramente aumentati, soprattutto quelli che parlano di viaggi regalo o a prezzi molto convenienti. Una delle truffe più popolari è quella di PostePay o le vincite di smartphone che solitamente costano parecchio. Riconoscere un tentativo di phishing non è molto difficile, solitamente i messaggi in questione contengono molti errori di italiano, si tratta di una traduzione abbastanza elementare realizzata con un traduttore automatico.

Leggi anche:  PostePay: una semplice email può prosciugare il conto di tutti i clienti

Il secondo elemento, molto importante, riguarda l’e-mail di provenienza, che nella maggior parte dei casi è molto simile all’azienda ufficiale ma ovviamente non identica. Controllate quindi sempre per intero l’indirizzo da cui proviene il messaggio. L’avvertimento più importante ma non scontato, è di non cliccare per nessun motivo sul link presente all’interno del messaggio per evitare di incorrere in spiacevoli situazioni. Lo sportello legale di CODICI è sempre aperto per qualsiasi informazione a riguardo. Potete contattarlo, inviando una e-mail all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.