proteggere profilo Whatsapp da hacker

WhatsApp per sua natura ci espone ad un mondo di comunicazioni. La chat ci mette in contatto con decine, centinaia di persone. Per evitare particolari abusi e per evitare fastidi di qualunque genere gli sviluppatori hanno attivato uno strumento di blocco. Quando vi sono frizioni, scontri, litigi tra due contatti uno dei due può decidere di troncare ogni tipo di rapporto.

Al giorno d’oggi il blocco è utilizzato per motivi seri (pensiamo allo stalking o al cyberbullismo), ma anche per natura giocosa tra amici. Su una cosa i creatori della chat sono stati chiari: quando si è bloccati su WhatsApp non vi è più modo di parlare.

 

Come superare l’ostacolo del blocco WhatsApp con i gruppi

C’è un modo per superare questo limite? La risposta è .

Per riuscire nell’impresa abbiamo bisogno di un complice: questo deve essere una sorta di intermediario che abbia legami sia con noi sia con chi ci ha bloccato. Il terzo contatto dovrà soltanto creare un gruppo (bastano anche solo tre numeri): nella chat dovrà essere presente il nostro contatto e quello di chi ha deciso di troncare i legami.

Leggi anche:  Whatsapp: come cambiare numero di telefono senza perdere chat e dati

Alla creazione del gruppo, non occorreranno altre mosse. Si verrà a creare una discussione WhatsApp in cui potremo leggere i messaggi di chi ci ha bloccato e viceversa.