Truffe Intesa Sanpaolo unicredit

Oggi chiunque è in possesso di un computer, un collegamento a internet e di un conto corrente bancario: ovvero il trio perfetto per essere soggetti a una truffa. Come sempre, l’espediente preferito dai criminali della rete è il phishing, una “pesca” in un mare pieno di pesci che abboccano, soprattutto se siamo noi inavvertitamente che gli diamo libero accesso comunicando i nostri dati.

Le truffe online, le frodi sul trading e quelle telefoniche hanno come bersaglio tutti i correntisti degli istituti bancari, non importa quali. Ultimamente, però, le banche Unicredit e Intesa San Paolo sembrano essere la meta preferita dai malintenzionati. Per questo i due istituti stanno cercando di aiutare i loro clienti con una mossa.

 

Truffe svuota conti correnti: ecco la situazione tipo

Generalmente l’atto della truffa ai vostri danni inizia con una mail nella vostra casella di posta in arrivo (stesso schema della telefonata e del SMS ma cambiano alcune frasi). Riporta l’indirizzo, l’intestazione e tutto quello che serve per farla sembrare che provenga dalla vostra banca. Ma c’è sempre qualcosa che non torna, e qui sta il cuore del phishing. Innanzitutto nella mail si riporta un link che vi inviterà a fornire i dati e il vostro numero di conto. Il testo e l’oggetto sono, poi, scritti in stile sensazionalistico e allarmante, e vi informa che qualcosa di grave è accaduto e dovete subito correre a controllare il conto, con le minacce più fantasiose.

Leggi anche:  BNL, SanPaolo e Unicredit: le truffe colpiscono i clienti ma i conti sono sicuri

Conti correnti salvi con Unicredit ed Intesa SanPaolo

Se avete avuto l’insana idea di aprire quel link contenuto nella mail e avete deciso di dare credito al falso sito della banca che vi si presenta, allora siete nei guai. Purtroppo, siete appena caduti nella trappola, o meglio, nel tentativo riuscito del phishing.

Non c’è tempo da perdere. Affrettatevi a chiamare la vostra banca, Unicredit o Intesa San Paolo, ma stavolta al numero telefonico vero. Raccontate tutto all’operatore che così congelerà per voi immediatamente l’operatività del conto corrente, sbloccabile poi con regolare denuncia alle autorità.

Se non comunicate tempestivamente lo spiacevole phishing subito, rischiate seriamente che il conto sia svuotato in poche ore, oppure che sia continuamente defraudato di importi impercettibili per le vostre finanze.