whatsapp truffe

WhatsApp è al giorno d’oggi tra i maggiori fornitori dei servizi di messaggistica istantanea non a pagamento conosciuti, è infatti necessario solamente un accesso a Internet, un telefono (ma anche da computer si può utilizzare) e il gioco è fatto, eccovi pronti a messaggiare con chiunque vogliate, a telefonare anche in capo al mondo a costo zero. Proprio per la sua enorme diffusione, WhatsApp è stato ed è tutt’ora oggetto di svariati tentativi di truffa. I principali sono i seguenti.

Un messaggio vocale per voi su Whatsapp

Di recente ritorno d’attualità, grazie alla nuova modalità delle videochiamate, era caduta un po’ in disuso da quando erano state introdotte per la prima volta le note vocali su WhatsApp, era il 2015. In sintesi, vi arriva un messaggio dicendo che avete ricevuto una nota vocale e di cliccare sul link fornito nel testo del messaggio per poterlo ascoltare, simulando una sorta di segreteria telefonica. L’apertura del link però determina il download di un malware in grado di bloccare il telefono e obbligando l’utente al pagamento di una somma in denaro per poterlo sbloccare e quindi riutilizzare.

WhatsApp gratuito

Probabilmente la più vecchia modalità di spillare soldi da parte di utenti malintenzionati, fonda sul concetto che il servizio WhatsApp possa smettere di essere gratuito in breve tempo, ovviamente non è cosi. Il messaggio che riceverete vi inviterà a cliccare sul link per estendere il servizio gratuito, tuttavia l’apertura del link indurrà il download di uno script in grado di registrare tutte le vostre abitudini e cedere i dati a terze persone. WhatsApp è e resterà gratuito fino ad eventuale comunicazione ufficiale da parte dell’azienda, non certo tramite messaggi privati.

Leggi anche:  WhatsApp, ecco il metodo per trasformare la chat in un'agenda personale

WhatsApp Gold Edition

La comunicazione tramite messaggio privato dell’esistenza di una ipotetica versione con contenuti addizionali (cosiddetta GOLD), scaricabile su un fantomatico PlayStore, indurrà a scaricare in realtà un software di monitoraggio delle proprie abitudini di navigazione. Non esiste alcuna versione upgradata di WhatsApp fuorché quella ufficiale disponibile per tutti gli utenti.

Buoni sconto per tutte le tasche

E’ periodo di saldi, quindi occhio alla truffa come si dice sempre. Prestiamo maggiore attenzione se per caso ci dovesse arrivare un messaggio da WhatsApp che ci invita a nome di prestigiose aziende a cliccare sul link fornito per avere ipotetici buoni sconto da spendere subito in negozio. Sappiate che questa non è una metodica promozionale utilizzata dalle aziende, eventuali buoni sconto sono pubblicizzati solamente sui siti internet ufficiali e il meglio che potete ottenere in questo caso non è uno sconto bensì un malware che vi rallenterà il telefono e vi spierà nella peggiore delle ipotesi.

Detto questo cari amici e utilizzatori di WhatsApp, prestate moltissima attenzione se a voi oppure ai vostri amici dovessero comparire messaggi strani che invitano a cliccare su link esterni, a inserire dati personali o in generale se vogliono cercare di fornirvi un servizio eccezionale rispetto a quello che avete sempre usato. Siate sempre diffidenti perché purtroppo la Rete Internet è piena di malintenzionati pronti ad approfittare della vostra buona fede.