Come vi abbiamo annunciato all’inizio di quest’anno, Xiaomi avrebbe lanciato nel corso del 2018 ben cinque smartphone caratterizzati dal potente processore Qualcomm Snapdragon 845, il fiore all’occhiello del colosso di San Diego. Di questi cinque, quattro sono già stati rilasciati: Xiaomi Mi Mix 2S (“polaris”), Xiaomi Mi 8 (“dipper”), Xiaomi Mi 8 Explorer Edition (“ursa”) e Xiaomi Black Shark (”shark”). Ne manca uno, ossia lo Xiaomi Pocophone F1, che ha ora ricevuto la certificazione Bluetooth SIG.

POCOPHONE F1 è uno smartphone unico nel suo genere: sfoggia un processore Qualcomm Snapdragon 845 affiancato da un sistema di raffreddamento a liquido che consente di ottenere una potenza di elaborazione ai massimi livelli, senza il rischio di surriscaldamenti.

Ha una configurazione a doppia fotocamera da 12MP + 5MP con pixel grandi 1.4μm e autofocus a doppio pixel sul sensore principale; altresì, non manca una fotocamera frontale da 20 MP che supporta la tecnologia Super Pixel – combina le informazioni di quattro pixel in un unico e grande pixel, è in grado di ridurre il rumore della foto, catturare più luce e migliorare la qualità delle foto specialmente in condizioni di scarsa illuminazione. Sempre sul frontale v’è un sistema di sblocco tramite riconoscimento facciale che funziona grazie all’intelligenza artificiale.

Leggi anche:  Xiaomi Pocophone F1: comparse le caratteristiche e il prezzo del dispositivo

 

Xiaomi Pocophone F1: ecco cosa sappiamo

Il documento di certificazione Bluetooth rivela una caratteristica chiave di Xiaomi Pocophone F1: lo smartphone, come detto, sarà dotato di un sistema di raffreddamento a liquido che dovrebbe affiancare il potentissimo chipset Qualcomm Snapdragon 845. I rumor precedenti avevano rivelato la presenza di due varianti di memoria da 6 GB RAM + 64 GB di storage e 6 GB RAM + 128 GB; il display sarà un 5,99 pollici FullHD da 2160 x 1080 pixel, con notch.

Xiaomi Pocophone F1 si preannuncia come un dispositivo estremamente interessante, e soprattutto destinato ai mercati europei e indiani (magari con un nome diverso). Si prevede sia un’ammiraglia dal prezzo accessibile: in tal senso si vocifera un prezzo intorno a 420 euro al cambio per la variante da 64GB e 460 per quella da 128 GB.