Truffe

L’estate porta spensieratezza e voglia di rilassarsi, ma qualche volta la troppa leggerezza conduce le persone a scambiare un messaggio falso in legittimo e a rimanere truffati senza neanche capire come.

Scatta così l’allarme truffe, le quali secondo alcuni dati sono persino triplicate dall’inizio dell’estate ad oggi. Nelle scorse settimane se ne sono sentite di tutti i colori: messaggi, email e chi più ne ha più ne metta, ma ora a preoccupare gli utenti sono i virus. 

Ebbene sì, i virus sono ancora più infimi di una email poiché se prima si poteva rimanere vittime perché si ignorava che le banche del calibro di Unicredit e Intesa non contattassero i clienti per determinati avvisi, ora i cybercriminali hanno cambiato totalmente i loro mezzi.

Le nuove truffe: come riconoscerle ed evitarle

Le nuove truffe si distinguono soprattutto per un particolare: non avvisano sempre il cliente di eventuali modifiche al proprio contratto o di avvisi relativi ai propri conti corrente, ma bensì possono invitare anche l’utente che riceve l’email a visitare il nuovo concorso o l’incredibile sconto.

Cercare di non cadere vittime è molto più difficile ora poiché una volta aperto il link, anche solo per curiosità, esso riporta ad un download che infetterà il vostro computer o il vostro smartphone.

A sostegno di questo dato, la società di sicurezza Chech Point afferma: “Avevamo registrato un’ondata di attacchi che utilizzano i trojan bancari anche nella scorsa estate. Probabilmente in questo periodo i criminali informatici prendono di mira i turisti, meno attenti in vacanza alle misure di sicurezza, che potenzialmente accedono all’home banking attraverso dispositivi condivisi e connessioni meno sicure”.

Al fine di difendersi è sempre utile rileggere il messaggio più volte, controllare l’email da cui è stato inviato: per Intesa finirà sempre con @intesasanpaolo.com, mentre per Unicredit, la banca ha stilato una vera e propria guida consultabile qui.