Samsung Galaxy X
Il prossimo anno Samsung presenterà il suo primo e attesissimo smartphone pieghevole. Non è ancora chiaro se la presentazione si terrà a gennaio, durante il CES 2019 o al Mobile World Congress 2019, ma in ogni caso il dispositivo presentato dalle indiscrezioni come Samsung Galaxy X potrebbe non chiamarsi così.

A lanciare questa possibilità è un tweet proveniente da una fonte del settore. Un messaggio ermetico che si limita ad affermare che il primo smartphone pieghevole di Samsung non avrà il nome Galaxy X. Nessun’altra informazione viene rivelata dal tweet in questione e quindi non siamo in grado di dire quale nome possa scegliere il produttore coreano.

In realtà in rete si stanno facendo largo diverse possibilità segnalate direttamente dagli appassionati del marchio. Tra le più interessanti abbiamo Samsung Galaxy F, con la lettera F pronta ad inaugurare la serie di smartphone foldable, flexible. Non sappiamo se sarà davvero così o se alla fine di tutto verrà scelto proprio Samsung Galaxy X.

 

Samsung Galaxy X, in arrivo il prossimo anno lo smartphone pieghevole

Samsung Galaxy X o come si chiamerà il nuovo smartphone pieghevole di Samsung, dovrebbe esordire il prossimo anno con due display che potranno essere piegati verticalmente. Con entrambi i pannelli aperti, si potrebbe arrivare ad uno schermo da 7.3 pollici di diagonale.

Leggi anche:  Galaxy S7 Edge, inizia il rilascio dell'aggiornamento con le patch Android di agosto

Se si sceglie di piegarli su se stessi si avranno due pannelli distinti e separati con i quali visualizzare schermate diverse e quindi informazioni diverse. In realtà non sappiamo molto altro sul funzionamento di questi display così come non si conosce molto sulla scheda tecnica di Samsung Galaxy X.

Secondo alcuni potrebbe condividere la stessa dotazione hardware di Galaxy Note 8 mentre noi siamo convinti che sarà un prodotto totalmente nuovo, anche nelle caratteristiche. A sostegno di questa nostra ipotesi c’è la necessità di rivedere e ottimizzare completamente lo spazio interno della scocca.

Attualmente, Samsung intende limitare la produzione del suo primo smartphone pieghevole tra le 300.000 e le 500.000 unità a seconda della domanda, mentre il prezzo di vendita potrebbe arrivare fino a 2.000 dollari. In Italia, dunque, ci dobbiamo aspettare una cifra che supererà abbandonatamente i 1000 euro.

Nulla toglie che questo dispositivo potrebbe servire solo ed esclusivamente da apri pista ad una lunga serie di smartphone pieghevoli made in Korea. Proprio come fatto con Galaxy Note Edge, il produttore coreano raccoglierà importanti feedback su questa nuova tecnologia al fine di migliorare significativamente il tutto con una seconda generazione.