PostepayCrowd

Un sogno non è destinato a rimanere nel cassetto ed è proprio su questo incipit che Poste italiane ha lanciato una nuova iniziativa: PostepayCrowd, la quale è in grado di fornire i fondi ai giovani imprenditori.

Basata sul finanziamento raccolto attraverso il crowfunding o meglio dire attraverso l’aiuto di amici o persone sui social network, questo nuovo progetto della società della gestione delle poste, offre un aiuto sostanziale a quelle start-up con un idea intelligente e che possono attrarre consensi.

Come funziona PostepayCrowd

Il servizio appena lanciato è molto semplice, sostanzialmente e molto brevemente, esso si può riassumere in tre punti:

  • Essere in possesso di un idea di business (start-up) o di una PMI con idee innovative;
  • Presentarla e riuscire ad ottenere il 50% dei fondi previsti con le donazioni (crowfunding);
  • Se rispettati i primi due punti, il restante 50% viene conferito da Poste Italiane (per un massimo di 5 mila euro ad iniziativa).
Leggi anche:  Carta di identità elettronica: ora la puoi richiedere anche alle Poste

In aggiunta, per le 10 proposte fintech che si classificano tra le migliori, vi sarà un bonus di 15 mila euro in attività di comunicazione.

Come si presenta un progetto per l’inziativa

Partecipare è molto semplice se si parte da una buna idea di business. Una volta corredato il progetto, esso potrà essere presentato sulla piattaforma www.eppela.com. 

A questo punto sarà necessario fissare un valore economico e  il rispettivo obiettivo di raccolta fondi. La campagna di raccolta avrà una durata tra i 15 e i 40 giorni ma attenzione, in caso l’obbiettivo non venisse raggiunto, le donazioni pervenute verranno riaccreditate sui conti correnti dei donatori.

Per ulteriori informazioni si può consultare la linea guida ufficiale presente a questo link.