VodafoneVodafone sta avvertendo gli utenti in merito a nuovi aumenti da registrarsi sia per le offerte di telefonia fissa che mobile. Tutti saranno colpiti in maniera indiscriminata e gli utenti, ovviamente, sono su tutte le furie.

 

Vodafone in preda agli aumenti, gli utenti scappano sbigottiti

Sembra davvero incredibile, ma è proprio così. Vodafone aumenta le tariffe fisso e mobile con buona pace di tutti i consumatori che potranno comunque far valere il proprio diritto di recesso senza penale e costi nascosti.

Stupisce il fatto che la compagnia abbia provveduto ad inoltrare nuovi SMS informativi sove si avvisa di aumenti pari a 1.99 euro al mese per alcune sue tariffe mobile a partire dal prossimo 3 settembre 2018. Il costo aggiuntivo viene giustificato con la concessione dei minuti illimitati che sostituiscono i precedenti bundle per le chiamate.

Diciamocelo onestamente, chi spende 1.000 minuti al mese di chiamate? Servono davvero minuti illimitati? Siamo disposti a spendere ben 2 euro in più al mese per averli? Se la risposta è no allora possiamo recedere. Come?

  • inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO)
  • scrivendo una PEC a disdette@vodafone.pec.it,
  • chiamando il 190
  • portandosi in uno dei punti vendita Vodafone sparsi in tutta Italia specificando la necessità di voler procedere alla disdetta a causa di “modifica delle condizioni contrattuali”
  • Sul sito variazioni.vodafone.it,
Leggi anche:  Vodafone offre 50 GB di traffico 4G a soli 4,99 euro, ecco come attivarli oggi

Si può intervenire fino al giorno prima dell’entrata di vigore della rimodulazione. Ossia fino al 2 settembre 2018 con le modalità precedentemente indicate.

Come se non bastasse, Vodafone non risparmia neanche il telefono di casa. Gli aumenti, in questo caso, saranno di ben 2,50 euro al mese sulla prima fattura emessa dopo il 10 Novembre 2018. Un aumento che, in questo caso, viene giustificato dai nuovi standard qualitativi di servizio. In questo caso si può sempre procedere al recesso con le modalità sopra indicate.

Intanto, almeno per quel che riguarda il mobile, ci si può consolare con la nuova offerta low-cost da 30 GIGA e 1.000 minuti al mese.