samsung knoxAl giorno d’oggi chi non vorrebbe custodire in tutta sicurezza i propri dati presenti sullo smartphone senza il rischio che possano finire in mani sbagliate? La risposta senza ombra di dubbio, dovrebbe essere tutti. Ancor di più, in questa fase storica in cui i device mobile come smartphone e tablet rappresentano gli strumenti più utilizzati nella vita quotidiana sia dagli utenti standard che dai professionisti. Per non parlare delle aziende che hanno visto nella rivoluzione tecnologica il principale alleato per lo sviluppo delle strategie e la crescita del proprio brand.

Proprio per venire incontro alle nuove esigenze imposte dalla società moderna, Samsung ha lanciato ormai da qualche anno, continuando nel corso del tempo a migliorarla, la piattaforma di sicurezza denominata Knox, ora 2.0 presente su gran parte dei dispositivi top di gamma della casa Sud-Coreana. Lo strumento offerto da questo sistema è proprio quello di mantenere i dati al sicuro e permettere di separare i dati personali da quelli dell’azienda per cui si collabora. Per garantire la massima sicurezza vengono combinati software ed hardware, evitando da una parte che i malintenzionati possano mettere gli occhi su informazioni preziose derivanti dalle aziende e dai collaboratori, dall’altra non andrebbe a compromettere l’accessibilità di chi ne è autorizzato.

Vengono impiegati vari strumenti di prevenzione come la crittografia e l’autenticazione biometrica, superando gli ormai vetusti sistemi di sblocco legati al PIN o alla Password. Oggi giorno, è possibile mettere al sicuro le proprie informazioni tramite sistemi molto meno ingannabili come sensori di blocco tramite impronte digitali, riconoscimento facciale e scansione dell’iride.

Samsung Knox lavorando come piattaforma, propone un insieme di soluzione operanti su più livelli.

Troviamo ad esempio, Knox Manage, che consente di individuare e cancellare dati dagli smartphone che sono stati rubati ed evitando che qualcuno possa entrare in possesso di dati sensibili. Tramite Knox Workspace, il sistema mette a disposizione delle cartelle crittografate sicure e separate per custodire in maniera differente i dati relativi alla vita personale da quelli aziendali. Infine, con Know Mobile Enrolment, strumento basato sul cloud, che permette di recuperare in qualsiasi momento le informazioni ed i dati necessari e può essere inserito in qualsiasi sistema già operante tramite plug-in.

Leggi anche:  Galaxy J7 2016 e Android 8.1 Oreo, inizia il rilascio dell'aggiornamento

La piattaforma Knox è nata appositamente per rispondere alle richieste fornite dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e nel corso degli anni è stata impiegata da tante altre realtà governative presenti sul globo terrestre. Questa tecnologia rappresenta senza ombra di dubbio il presente e rappresenta senza ombra di dubbio anche il futuro. Oramai strumenti fisici come le postazioni fisse o gli hard disk stanno passando di moda e nei prossimi mesi si assisterà ad una radicale diminuzione. Altre garanzie vengono anche dal fatto che KNOX riesce a riconoscere quando un prodotto è stato modificato con Root o ROM specifiche ed in quel caso, va a rimuovere la funzione di protezione e non permette di aggiornare il device con il sistema operativo ufficiale.

Anche i metodi precedentemente utilizzati per eliminare la presenza del sistema sullo smartphone sono caduti in disuso e non funzionano praticamente più.

Molte aziende hanno deciso di affidarsi appunto a questo innovativo sistema di protezione dati, non da ultimo è stata il colosso commerciale, Coop Allenza 3.0. Nata nel gennaio 2016 dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense, si tratta della più grande cooperativa presente in Italia. È presente in tutto il territorio nazionale con oltre 420 negozi. Inoltre, vanta 2,8 milioni di soci, 22mila dipendenti ed un fatturato che si aggira sui 5 miliardi di Euro. Per questa azienda i dispositivi tecnologici rivestono un ruolo fondamentale. Considerate che per svolgere tutte le mansioni necessarie, la società si è dotata di 1200 smartphone ed oltre 500 tablet e per gestire l’immane flusso di dati giornaliero hanno deciso di affidarsi proprio a Samsung Knox. Questo a dimostrazione di come il sistema di sicurezza promosso da Samsung sia uno dei più avanzati e ricercati sul mercato mondiale.