app Android dannose

Quali sono le applicazioni Android più dannose? Le avremo già installate sul nostro smartphone, senza saperlo? E, infine, sono proprio loro la causa di malfunzionamenti, rallentamenti e calo della durata della batteria? Scopriamo insieme quali sono le 3 app da disinstallare subito.

 

Applicazioni Android: 3 pericoli insospettabili per il tuo telefono

Lo store di Google Play si arricchisce, settimana dopo settimana, di nuove interessanti applicazioni. Le ultime 6 nuove proposte estive sono senz’altro utili e poco avide di risorse, ma esistono comunque delle soluzioni che abbiamo già installato che si mascherano da applicazioni buone.

Esaminandole più nel dettaglio, invece, si scopre che sono proprio loro a causare il rallentamento del nostro telefono, anche se abbiamo per le mani un mostro tecnologico. Vediamo quali sono.

 

Antivirus Android

La necessità di mantenere pulito e sicuro il nostro smartphone ci spinge ad installare le soluzioni antivirus. Spesso sono proprio tali app a veicolare le infezioni ed a ridurre al minimo la durata della batteria. La più utilizzata, 360 Security, è un fardello pesante per il nostro smartphone. Richiede risorse incredibili e causa una lentezza davvero apprezzabile nell’uso quotidiano del telefono.

Sono tante le segnalazioni inviate dagli utenti ed i feedback che, dopo la disinstallazione, hanno riportato un netto giovamento. Il nostro consiglio: disinstallate subito ed affidatevi alle soluzioni integrate dai costruttori ed alle suite di default per Google Play Protect.

 

Torcia Android

Perché installare una torcia quando Android offre di per sé la funzione anche all’interno dei Toogle e come soluzione rapida con comando vocale “Ok Google, attiva la torcia”?. Sembra un vero controsenso, ma c’è ancora chi si affida alle varie app dello store. Meglio fare luce sulla situazione e valutare pro e contro di questa scelta.

Leggi anche:  Android: 4 applicazioni famose di cui non hai bisogno, causano solo danni al telefono

Se è vero che si offrono sistemi che consentono di variare la frequenza ed impostare tanti parametri in più rispetto alla soluzione di default, è pur vero che il compromesso richiede l’uso di troppe autorizzazioni ed accesso ad altre app, come quelle di messaggistica. Perché? Un mistero.

 

Facebook

Avete provato a disinstallare Facebook per Android e valutare quanto migliori l’autonomia e, in linea generale, la nostra attenzione? Migliaia di notifiche al giorno e decine di tacche di batteria vengono portate via da un’app avidissima di risorse. Il rischio, in questo caso, è quello di trovarsi con in mano un telefono che non arriva a sera e che ben presto richiederà la sostituzione della batteria.

Facebook consuma troppa batteria ed è meglio optare per la creazione di un collegamento alla Home direttamente dalla pagina di login tramite brower. Per farlo, basta andare sulla propria pagina del profilo tramite Chrome, fare tap sui tre puntini verticali delle Impostazioni in alto a destra e fare tap sulla voce Aggiungi a schermata Home. In tal modo, non riceveremo notifiche ed avremo una via rapida per la consultazione dei post, senza che l’app rimanga costantemente in ascolto prosciugando la batteria.

 

Avete seguito i nostri consigli? Quanto tempo ha guadagnato la vostra batteria? Fatecelo sapere attraverso tutti i vostri commenti.