call center truffeSi sa i call center sono uno dei servizi che gli italiani apprezzano di meno. Gli operatori contattano telefonicamente gli utenti per proporre loro vantaggiose offerte di cui non erano a conoscenza, a volte attivabili in un periodo di tempo limitato. Tuttavia, dai call center arrivano chiamate a tutte le ore del giorno e, per tali motivi, la maggior parte di queste risultano inopportune per l’utente che le riceve. Ad ogni modo, è bene ricordare che, sebbene gli operatori a volte possano risultare insistenti, essi non fanno altro che svolgere il proprio lavoro che, tra le alte cose, li sottopone a ritmi lavorativi massacranti con compensi non molto soddisfacenti. Inoltre, si ricordi che esistono delle procedure che permettono di bloccare il servizio in questione e, di conseguenza, la ricezione di chiamate da parte degli operatori.

Come successo più volte, anche di recente i call center sono ritornati al centro di una polemica. Infatti, alcune segnalazioni hanno portato alla luce delle vere e proprie truffe che vengono realizzate proprio attraverso i call center. Già nota, in passato, la truffa nota come “phishing”, realizzata tramite internet e grazie alla quale il truffatore riusciva a convincere la vittima a fornire informazioni personali quali dati di accesso ai conti correnti.

La truffa di cui vi parliamo in questo articolo riguarda, invece, gli operatori telefonici. Nello specifico, l’intento del truffatore è quello di convincere il malcapitato a cambiare operatore telefonico ma in maniera del tutto illecita. La truffa in questione viene realizzata in due momenti, o meglio attraverso due chiamate che vengono effettuate una dopo l’altra.

Leggi anche:  Vodafone, ottobre inizia con un regalo speciale rivolto a tutti gli utenti

Call Center: anche le compagnie di luce e gas utilizzano gli stessi trucchi

Nella prima chiamata, l’utente viene contattato da un finto impiegato della propria compagnia telefonica che lo informa di improvvisi aumenti nella tariffa. I truffatori puntano proprio sul fatto che a causa di questi presunti aumenti il cliente inizierà a non essere più soddisfatto della propria compagnia. A questo punto,  arriverà una seconda telefonata nella quale l’utente sarà contattato da una persona diversa; in questo caso, trattasi di un finto impiegato di una diversa compagnia telefonica che propone delle offerte sicuramente più vantaggiose rispetto a quelle della telefonata ricevuta in precedenza.

Pertanto, puntando sul fatto che una delle priorità del cliente è sicuramente quella di pagare di meno, questo si convincerà a concludere un contratto con la nuova compagnia telefonica cambiando, dunque, gestore.

Grazie alle numerose segnalazioni ricevute da ogni parte d’Italia, la Polizia ha aperto un’indagine. Non appena vengono scoperti i call center che operano queste truffe vengono immediatamente sequestrati e con essi anche i computer e i tabulati telefonici. Ancora da chiarire in questa situazione il ruolo delle compagnie telefoniche che potrebbero aver subappaltato questi call center per ottenere benefici.

Inutile ricordare di prestare sempre la massima attenzione e di non lasciarsi ingannare dalle apparenze qualora si venisse contattati per delle offerte vantaggiose. È bene verificare sempre la fonte e la veridicità del servizio.