WhatsApp
WhatsApp ha confermato che il supporto agli smartphone con Android 2.3.7 Gingerbread proseguirà fino al 2020. Una notizia che dimostra l’impegno degli sviluppatori di WhatsApp nel supporto software di tutti i suoi utilizzatori. Un impegno dovuto visto che permette all’app di messaggistica di essere una delle più popolari.

LEGGI ANCHE: TIM Party, problemi con l’iniziativa: impossibile ricevere i 10 giga di internet

Android Gingerbread è stato annunciato nel 2010, pertanto WhatsApp sta assicurando ai suoi clienti che lo utilizzano ancora 10 anni di supporto software che termineranno ufficialmente il 1 febbraio 2020. In realtà i clienti che utilizzano ancora questa versione software sono veramente pochissimi.

Secondo gli ultimi dati sulla distribuzione di Google pubblicati all’inizio di maggio, Gingerbread e le versioni precedenti del sistema operativo del robottino verde rappresentano attualmente lo 0.3% di tutti i dispositivi Android attivi in tutto il mondo. Un numero decisamente trascurabile.

Dopo Gingerbread WhatsApp quasi sicuramente sposterà i suoi requisiti minimi per il robottino verde ad Android Honeycomb o Android Ice Cream Sandwich.

Leggi anche:  WhatsApp: il metodo per spiare i vostri cari e amici in maniera legale è ora disponibile

 

WhatsApp, le altre scadenze programmate

Oltre ad Android 2.3.7 Gingerbread c’è un’altra piattaforma alla quale WhatsApp terminerà il supporto software. E questo accadrà molto prima. Stiamo parlando di Nokia S40, che WhatsApp abbandonerà ufficialmente dopo il 31 dicembre 2018. Contemporaneamente ad Android, non verrà più supportato iOS 7 dopo l’1 febbraio 2020.

Dal momento che gli sviluppatori non lavoreranno più attivamente su queste piattaforme, alcune funzionalità dell’applicazione di messaggistica più popolare del momento potrebbero smettere di funzionare in qualsiasi momento. Se il vostro smartphone è tra quelli e non avete intenzione di acquistarne uno, potete utilizzare lo stesso l’app.

Tuttavia, quest’ultima sarà disponibile in una versione limitata e priva di aggiornamenti. E tutto questo significa esporsi a possibili rischi come quelli di essere vittima di hacker e truffatori che possono sfruttare falle corrette solo nelle versioni più recenti.