Phishing Poste Italiane: attenzione alle truffe via emailIl fenomeno ha assunto ormai una consistenza non indifferente, tanto da preoccupare sia la Polizia Postale, che proprio di recente ha pubblicato l’ennesimo avviso, sia lo Sportello dei Diritti. I due enti non sono ancora riusciti a bloccare il phishing ma continuano ad informare i vari utenti invitandoli ad aggiornarsi e procedere con attenzione.

Le denunce, da parte delle vittime di truffe online, continuano a crescere e i più colpiti sono gli intestatari di carte prepagate PostePay.

PostePay e PostePay Evolution sono le carte più colpite dalle truffe online!

Inizialmente il phishing ha puntato PostePay ma adesso anche i possessori di PostePay Evolution sono stati colpiti.

Il link fornito dai malfattori, utilizzato per far inserire alle vittime le loro credenziali, continua a circolare mettendo in pericolo molti utenti. La larga diffusione delle carte PostePay e PostePay Evolution consente ai truffatori di ottenere gran successo e prosciugare somme di denaro di un certo spessore.

L’avvento dei Social ha favorito lo sviluppo di queste azioni illecite e purtroppo i metodi per porre fine al disagio non sono ancora efficaci, proprio per questo, tutti gli utenti sono invitati a fare attenzione. E’ fondamentale che ogni utente abbia chiari gli accorgimenti necessari ad evitare la truffa, così da salvaguardare il proprio denaro.

La presenza di un codice IBAN in PostePay Evolution, elemento che la differenzia dalla comune PostePay, ha permesso ai truffatori di utilizzare altri espedienti. L’email o il messaggio inviato dai truffatori puntava inizialmente sul blocco della carta adesso i clienti vengono informati anche di una presunta sospensione del conto o di un bonifico sospetto ricevuto sulla propria carta.

Chiunque riceva messaggi del genere dovrà procedere con molta cautela e non inserire per alcun motivo i dati della carta, in caso di dubbi è bene chiamare il numero verde di Poste Italiane che potrà fornirvi tutte le informazioni necessarie.