Se le truffe online che hanno utilizzato Poste Italiane come strumento per agire non sono riuscite a spezzare la fiducia dei clienti possibilmente i rincari intrapresi dall’azienda stessa sui servizi creeranno qualche malcontento.

Gli aumenti entreranno in vigore dal 3 luglio 2018 e riguarderanno i vari tipi di spedizione di lettere e pacchi.

Poste Italiane apporterà delle modifiche alle tariffe di spedizione!

La società non è passata inosservata negli ultimi anni a causa di spiacevoli truffe subite dai suoi clienti ma, questa volta, un piccolo disagio è creato dall’azienda stessa che ha deciso di aumentare i prezzi.

La spedizione di pacchi o lettere avrà costi differenti dagli attuali, anche in base al peso. Una spedizione in posta ordinaria, ad esempio, se non superiore ai 20 grammi di peso avrà un costo di 1,10€.  Una spedizione ordinaria, invece, dagli attuali 5,00€ subirà un rincaro di 0,40€.

Leggi anche:  Truffe online: alcuni consigli per evitare di cadere nella trappola

Tutti i dettagli inerenti all’aumento dei costi potranno essere visualizzati sul sito online di Poste Italiane. E’ certo che dal 3 luglio anche la spedizione di pacchi subirà delle modifiche e il prezzo sarà dettato dal peso secondo dei parametri prestabiliti.

Gli aumenti intrapresi da Poste Italiane riguarderanno anche i pagamenti online che si è soliti effettuare attraverso PostePay. La prepagata di Poste Italiane è la più utilizzata in Italia e continua ad esserlo nonostante le truffe che hanno colpito gran parte dei possessori. Grazie alla possibilità di non ricevere addebiti e poter caricare quote di denaro a discrezione del possessore, PostePay è la più consigliata per gli acquisti online ma i rincari potrebbero non essere graditi dai clienti.