Gli adolescenti usano meno Facebook e preferiscono YouTube e InstagramFacebook non è più il social network più popolare e amato tra gli adolescenti, uno status che ha mantenuto per diversi anni, secondo uno studio del Pew Research Center. Sulla base di un sondaggio condotto su un campione di ragazzi tra i 13 e i 17 anni negli Stati Uniti, solo la metà (51%) afferma di utilizzare ancora Facebook, con una diminuzione del 28% (e 20 punti percentuali) rispetto al 2015, quando la rete guidava la tabella delle piattaforme più utilizzate, menzionata dal 71% degli intervistati.

La cifra è inferiore a quella degli adolescenti che affermano di utilizzare YouTube (85%), Instagram (72%) e Snapchat (69%), piattaforme che hanno conquistato sempre più quote di mercato tra i giovani. Dietro Facebook c’è Twitter (usato dal 32% degli intervistati), Tumblr (9%) e Reddit (7%).

Alla domanda su quale rete social si utilizza più frequentemente, Facebook torna a rimanere al quarto posto nella lista preferita degli intervistati: Snapchat è la piattaforma più utilizzata per il 35% degli adolescenti americani, seguito da YouTube (32%) e Instagram (15%, comunque sempre proprietà di Facebook). Il social di Zuckerberg è la rete preferita di solo il 10% degli intervistati.

Leggi anche:  Facebook: dopo la funzione Dating, arriva anche lo smart speaker Portal

 

Il 45%dei giovani afferma di essere quasi sempre online

Lo stesso studio indica che attualmente il 95% degli adolescenti americani ha accesso a uno smartphone. Tre anni fa, questa percentuale si attestava al 73%. Il rapporto rivela inoltre che il 45% degli intervistati afferma di essere online “quasi sempre” (solo il 24% nel 2015). Le ragazze trascorrono la maggior parte del loro tempo connesse: metà degli intervistati afferma di essere quasi sempre online, contro il 39% dei ragazzi.

Questo non è il primo studio a suggerire che Facebook sta perdendo vantaggio sul pubblico più giovane: a febbraio di quest’anno, eMarketer (di proprietà del gruppo media tedesco Axel Springer) ha indicato una diminuzione di utenti tra i 12 e i 24 anni, molti dei quali sono “migrati” su Instagram, anch’esso di proprietà di Mark Zuckerberg.

In termini assoluti, tuttavia, Facebook rimane il sito di social networking più utilizzato al mondo, con oltre due miliardi di utenti attivi al mese.