Amazon espelle molti utenti italiani dalla piattaforma

Amazon è la piattaforma di e-commerce più famosa ed utilizzata al mondo. Offre a tutti i suoi utenti iscritti al servizio Prime dei grandi vantaggi. Primo tra tutti spedizioni gratis e veloci.

Qualche giorno fa abbiamo parlato dell’espulsione di alcuni utenti americani dopo aver effettuato troppi resi. Ora anche utenti italiani ci hanno segnalato che sono stati cancellati dalla piattaforma. Fate attenzione.

 

Amazon, anche in Italia se fai troppi resi vieni espulso dalla piattaforma

L’azienda anche in Italia sta espellendo alcuni utenti che hanno richiesto troppi resi. La piattaforma però, non ha mai spiegato dopo quanti resi un utente possa considerarsi a rischio, per questo motivo viene accusata di scarsa trasparenza. Anche perché in Italia vige il Codice del Consumo, che prevede la restituzione degli articoli acquistati in rete entro 10 giorni, senza alcuna penalità.

Tempo fa la piattaforma ampliò questo diritto addirittura a 14 giorni, fino a 30 giorni se le spese di spedizione le prende a carico il cliente. L’impressione di tutti però è che a causa di qualche utente malintenzionato, vadano a pagarne le spese anche quelli che acquistano e restituiscono in buona fede. Per esempio un utente, Angelo ha dichiarato: “Mi è stato chiuso l’account in maniera del tutto inaspettata per aver fatto solo due resi di prodotti difettosiHo chiesto rimborso tramite un’associazione di consumatori, ma Amazon ha fatto orecchio da mercante“.

Leggi anche:  Amazon nei guai: è arrivata un'altra multa dall'Antitrust

L’utente, facendo due calcoli degli articoli resi, ha detto: “Nel 2018 ho comprato 91 articoli e ho effettuato 16 resi. Di questi, 9 non erano idonei e 7 non funzionanti o con problemi tecnici“. Pensate che la piattaforma, non cancella solamente l’account della persona singola, bensì anche tutti gli account associati alla stessa carta di credito, quindi quelli dei parenti.

Potreste ricevere una mail di avvertimento da parte di Amazon, qualora dovesse notare un comportamento sospetto da parte vostra. Se successivamente alla e-mail ricevuta, la condotta non cambia, vi ritroverete un ban permanente. A livello legale, sembra proprio che la piattaforma possa espellere un utente dopo un numero di resi considerevole, anche se nelle condizioni generali d’uso non sono specificati quanti.