Tesla Model X
Tesla Model X

A pochi giorni dal tragico incidente fatale che ha coinvolto una auto dotata di guida automatica di Uber, ne è successo un altro, ma questa volta il veicolo coinvolto era di Tesla. Si tratta del Model X, un SUV elettrico prodotto dalla compagnia di Elon Musk e l’incidente è avvenuto su un’autostrada di Moutain View in California. Dai primi rilievi e dalle testimonianze, il veicolo è andato prima a sbattere contro la barriera mediana e poi è stato colpito da altre due auto.

Il rischio delle auto elettriche

Il SUV ha perso metà della parte anteriore ed è anche scoppiato un incendio che ha coinvolto la batteria rendendo ancora più difficile il soccorso. Le auto elettriche potrebbero sembrare meno pericolose sotto un certo punto di vista non avendo grandi quantità di benzina nel serbatoio. In realtà, la tecnologia attualmente usata per le batterie al litio, le rende assai pericolose ed esplosive. Il tipo di incendio che si crea non può essere spento con l’acqua, anzi sarebbe un errore gravissimo provarci. Proprio per questo i primi soccorritori giunti sul posto avevano qualche difficoltà a gestire al meglio la situazione.

Leggi anche:  Tesla: nuovi guai per il brand di auto elettriche di lusso

Al momento non è ancora chiaro se la batteria sia la causa principale o sia stata danneggiata dopo. Sia Tesla che la California Highway Patrol stanno indagando in merito. Non si sa neanche se la guida automatica fosse inserita, ma se lo fosse, potrebbe rendere ancora più difficile portare avanti i test della auto a guida autonoma.

Tesla non ha ancora commentato l’incidente, vuole aspettare i risultati delle indagini.