Xiaomi: questo record non piacerà agli utenti

Viviamo in un periodo dove è impossibile stare lontani dal proprio smartphone, oramai fedele compagno di lavoro e svago. Esso si trova spesso in tasca, ma anche vicino all’orecchio quando chiamiamo ovvero sul comodino di fianco al letto la notte.

Spesso sono state sollevate domande sul fatto che tale – costante – vicinanza agli smartphone possa danneggiare la nostra salute. Sebbene, ad oggi, non esista ancora alcuna prova scientifica definitiva sull’impatto che tali radiazioni effettivamente hanno sulle cellule del nostro corpo, è innegabile che esse costituiscono una variabile nella scelta di un nuovo dispositivo mobile.

Statista ha recentemente pubblicato una iconografia dove sono elencati gli smartphone che emettono più radiazioni durante una chiamata. I dati provengono dall’Ufficio federale tedesco per la protezione dalle radiazioni (Bundesamt für Strahlenschutz), il quale gestisce un database completo di smartphone e relativi livelli di radiazioni emesse. L’ente rilascia un certificato di compatibilità ambientale noto come Blue Angel (Der Blaue Engel), ma solo per quei dispositivi che hanno un tasso assorbimento specifico inferiore a 0,60 watt per chilogrammo.

Xiaomi tra i peggiori

Attualmente lo smartphone con i più alti livelli di radiazioni è il Mi A1 di Xiaomi. In generale, la maggior parte degli smartphone che emettono più radiazioni sono dispositivi cinesi; sorprende la presenza di Apple, con ben tre versioni di iPhone.

Xiaomi Mi A1 lo smartphone più pericoloso?
Xiaomi Mi A1 lo smartphone più pericoloso?