BQ Aquaris X2 Pro

L’azienda spagnola BQ, fondata da un gruppo di imprenditori appassionati per aiutare le persone a comprendere la tecnologia, invitarle a utilizzarla e stimolarle a svilupparla, ha annunciato ufficialmente l’arrivo di due nuovi dispositivi. Si tratta di BQ Aquaris X2 e BQ Aquaris X2 Pro che potete vedere nel primo teaser ufficiale qui in alto.

LEGGI ANCHE: Wind, in arrivo modifiche delle condizioni e aumenti per i piani tariffari

Su questi due smartphone non si conosce praticamente nulla se non il design. A giudicare dall’immagine il design è molto simile a quello degli iPhone di Apple. Ci sono diversi elementi per cui la scocca, a prima vista, sembra ricordare quella di un melafonino. Nello specifico si tratta di un corpo in metallo con una back cover dalla finitura lucida.

BQ Aquaris X2 e Aquaris X2 Pro, belli ed eleganti ma con Android One

Forse la parte posteriore è caratterizzata da una sezione in vetro che enfatizza la presenza di una doppia fotocamera posteriore con i sensori disposti in verticale. Poco sotto questa doppia fotocamera c’è un flash LED Dual Tone ed un lettore di impronte digitali. Anteriormente, invece, trova posto uno schermo da 18:9.

Un pannello che ricopre quasi tutta la superficie frontale riducendo al minimo le cornici laterali e lasciando quelle agli estremi per alloggiare sensori e fotocamera anteriore. Quest’ultima, a giudicare sempre dall’immagine, potrebbe essere supportata da un flash LED frontale.

Queste sono le uniche informazioni che siamo riusciti ad estrapolare sulla scheda tecnica. A livello software, invece, possiamo dirvi con esattezza che entrambi i dispositivi avranno Android One con Android 8.0 Oreo. La scelta di adottare Android One è fatta per offrire agli appassionati l’esperienza migliore e pura del robottino verde di Google.

Non sono previste personalizzazioni dell’interfaccia o altre applicazioni di sistema. C’è solo l’ecosistema Google e come tale gli aggiornamenti saranno sempre puntuali. BQ Aquaris X2 e X2 Pro potrebbero esordire a questo punto all’imminente Mobile World Congress 2018 di Barcellona ma non ci siamo fatti ancora un’idea sui prezzi.