Dopo aver visto le ultime novità che dovrebbe portare il prossimo aggiornamento di WhatsApp, oggi ci soffermiamo su una news che sta colpendo tantissimi utenti della nota applicazione di messaggistica istantanea.

Secondo le ultime segnalazioni che ci sono arrivate, in queste ore alcuni utenti stanno ricevendo dei messaggi accattivanti, con i quali cliccando nel link presente all’interno di questi ultimi, possono ricevere un sostanzioso rimborso dovuto alla fatturazione di 28 giorni.

Rimborso fatturazione 28 giorni: truffa

Leggendo il messaggio ricevuto nella chat di WhatsApp, l’utente non può porre nessun dubbio, considerando anche l’indiscrezione delle ultime settimane su un possibile rimborso. Di conseguenza, una volta letto il testo, cliccando sul link del messaggio, l’utente viene reindirizzato su un’altra pagina dove gli sarà chiesto di compilare un form, inserendo tutti i propri dati personali, in modo da ricevere il rimborso.

Ma in realtà, si tratta della solita truffa che consiste nel colpire l’utente con una catena di Sant’Antonio, e una volta caduto nella trappola, ovvero quella di inserire tutte le informazioni personali, può prendere il possesso del device dove è stato contattato l’utente, o anche sottrarre dei soldi. Ad esempio, diversi utenti hanno fatto notare di aver attivato degli abbonamenti, senza aver dato consenso.

Il nostro consiglio per evitare eventuali problemi, è quello di cancellare il messaggio ricevuto ed avvisare i propri contatti di questa truffa. Anche perché, se gli operatori telefonici dovessero emettere un rimborso a tutti gli utenti, inviano una comunicazione scritta tramite e-mail o sms.