Come funziona Telegram

Telegram è un servizio di messaggistica multipiattaforma fondato dall’imprenditore russo Pavel Durov, sebbene sia stato temporaneamente bandito in Russia e non abbia alcuna affiliazione con alcun governo o azienda. È stato lanciato per la prima volta su iOS e Android alla fine del 2013 e ora conta circa 550 milioni di utenti mensili.

Ciò che rende unico Telegram è la sua attenzione alla privacy, alla crittografia e a un’API open source. Ci sono innumerevoli client non ufficiali da abbinare alle app e all’interfaccia web ufficiali di Telegram. Consente inoltre a più dispositivi di utilizzare lo stesso account (verificato tramite SMS) e più account sullo stesso dispositivo. Ma come funziona Telegram?

La funzionalità principale di Telegram è la stessa della maggior parte delle altre app di messaggistica: puoi inviare messaggi ad altri utenti, creare conversazioni di gruppo, chiamare contatti, effettuare videochiamate e inviare file e adesivi. Tuttavia, ci sono alcune funzionalità specifiche che lo fanno funzionare in modo diverso dalle altre app simili.

Innanzitutto, la caratteristica principale di Telegram è la privacy e per garantire ciò utilizza la crittografia end-to-end. Questo è ciò che impedisce a chi è al di fuori di una conversazione bidirezionale, che si tratti di un’azienda, del governo, di hacker o di qualcun altro, di vedere ciò che è stato inviato.

Premiato per la privacy

Tuttavia, Telegram utilizza questa crittografia solo nelle chiamate e nelle sue “chat segrete“, non nelle normali chat. Quelli sono solo crittografati da client a server.

La ragione di ciò è l’uso potenziato del cloud da parte di Telegram. In sostanza, memorizza tutti i tuoi messaggi e le tue foto su un server sicuro. Ciò significa che puoi accedervi da qualsiasi dispositivo connesso, rendendo Telegram molto più multipiattaforma rispetto ad altre app di chat come WhatsApp.

Un’altra caratteristica sono i nomi utente. Invece di dare alle persone il tuo numero di telefono, puoi semplicemente dare loro il tuo nome utente. Questo ti dà un migliore controllo su quali informazioni mostrare. Se desideri ancora più privacy, puoi generare un codice QR temporaneo in modo che le persone possano aggiungerti senza nome utente o numero di telefono.

In generale, Telegram è sicuro o più sicuro della maggior parte delle altre app di chat. Si potrebbe sostenere che la crittografia end-to-end di WhatsApp su tutti i messaggi sia un approccio migliore.

Inoltre, se utilizzi la funzione “chat segrete“, ottieni lo stesso livello di crittografia end-to-end.

FONTEandroidauthority
Articolo precedenteL’intelligenza artificiale ci farà diventare completamente inutili secondo Noah Harari
Articolo successivoLe novità di Disney+ in arrivo a febbraio 2023, ecco la lista aggiornata
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it