smartphone-pieghevoli-nel-2023-potrebbero-diventare-la-norma

All’inizio di gennaio, gli esperti del settore mobile hanno fatto previsioni sulla crescita esponenziale degli smartphone pieghevoli, con il 2023 che potrebbe essere l’anno della conferma internazionale, dato che sempre più aziende mostrano interesse per il lancio. Gli esperti di TrendForce hanno ora dimostrato che questa affermazione è corretta e potremmo ritrovarci presto un mercato ricco di device del genere.

Secondo i dati forniti dalle aziende stesse, il numero di ordini di cerniere per display effettuati presso i fornitori ufficiali di Samsung, KH Vatech e S-connect, sarebbe aumentato negli ultimi mesi. L’aumento delle spedizioni rispetto all’anno precedente, da 12,8 milioni a 18,5 milioni, è un segnale positivo per il mercato dei dispositivi pieghevoli.

Smartphone pieghevoli, previsto un aumento sul mercato

Alla base di queste stime c’è una ricerca sulle vendite annuali di cerniere a “goccia” e a “U” per dispositivi elettrici, che si ritiene ammontino a circa 500 milioni di dollari. Nel frattempo, i produttori più importanti del mondo si stanno preparando a un’impennata esponenziale della domanda di pannelli pieghevoli. Come diretta conseguenza dell’aumento della concorrenza in atto in tutto il mondo, in particolare dall’Asia al Vecchio Continente, un numero crescente di aziende inizierà sicuramente a perseguire l’acquisizione di display adeguati.

Ricordiamo che gli smartphone pieghevoli di OnePlus, così come le future versioni di Xiaomi e Vivo, sono attesi dopo l’uscita di OPPO Find N2 e Find N2 Flip e della prossima generazione firmata Samsung. Sarà interessante osservare l’evoluzione di questo nuovo trend di device tecnologici, in particolare l’attenzione che le persone di tutto il mondo rivolgeranno a questo mercato.

Articolo precedenteCall Center, trovato il metodo più efficace per presentare reclamo
Articolo successivoWindTre non ha rivali, l’offerta propone 200 GB a un prezzo straordinario
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.