sorridere-ci-aiuta-ad-essere-piu-felici-una-ricerca-lo-conferma

Il concetto che “le esperienze emotive sono influenzate dalle espressioni facciali” è messo in discussione da uno studio pubblicato su Nature Human Behavior. In particolare, i ricercatori hanno cercato di stabilire se sorridere ci renda immediatamente felici o meno. 

Anche l’idea apparentemente assurda che costringersi a sorridere possa far sentire meglio gli altri ha qualche base scientifica: “I ricercatori sostengono che questi effetti si sviluppano perché le espressioni facciali danno un input sensomotorio che porta alla percezione di un’emozione”, si legge nel rapporto.

Sorridere è come un’iniezione di felicità

Gli esperti hanno condotto uno studio su larga scala, arruolando circa 4.000 persone di 19 nazioni per partecipare allo studio e fornire dati. Ai partecipanti è stato chiesto di sorridere consciamente o inconsciamente per vedere se l’uno o l’altro avesse un effetto sui loro livelli di felicità. Ma poi c’è il problema di determinare se una persona è consapevole o meno del proprio sorriso. Dipende molto dal gruppo di studio di cui si fa parte. Questi ultimi sono stati costruiti in tre modi diversi: 

  • Il primo gruppo aveva il compito di imitare il sorriso di un attore; 
  • Alle persone del secondo gruppo sono state date istruzioni specifiche su come alterare i muscoli facciali (per farli sorridere inconsciamente); 
  • Il terzo gruppo è stato istruito a sorridere tenendo una penna tra i denti. 

Sorprendentemente, gli scienziati sono stati in grado di documentare un aumento dell’umore in almeno alcuni dei pazienti dopo aver eseguito questi tre test. La ricerca afferma che, sebbene vi fosse “un’elevata evidenza di effetti di feedback facciale nei compiti di imitazione facciale e di movimento facciale volontario”, l’evidenza era “meno evidente” nel test della penna in bocca.

Articolo precedenteAmazon, annienta Unieuro con 90% di sconto sugli smartphone
Articolo successivoSamsung Galaxy A54 sbarca sul mercato con un design attuale
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.