prezzo-carburante-prezzi-pedaggi-stradali2

Un inizio d’anno duro per gli automobilisti italiani, che sono sempre uno dei settori più bersagliati in termini di tasse e rincari. La nuova Legge di Bilancio 2023 non ha riproposto il taglio delle accise ereditato dal governo Draghi

Per fare un rapido ripasso, lo scoppio delle ostilità in Ucraina nel febbraio 2022 provocò un aumento straordinario del prezzo della benzina e di altri tipi di energia. Le indagini ancora in corso dovranno valutare se questi aumenti di prezzo erano necessari o meno, oppure se qualcuno ha scelto di speculare sulla pelle degli italiani.

Carburante e pedaggi stradali, brutto risveglio per gli Italiani

Questo “sconto” che il governo Draghi aveva imposto si è ridotto a 0,18 euro al litro dalla fine del novembre 2022, quando si è insediata l’amministrazione Meloni. Lo “sconto” era stato applicato per la prima volta dal governo Draghi nel marzo 2022 e aveva contribuito a ridurre il costo della benzina alla pompa di circa 0,30 euro al litro. 

Tuttavia, da oggi 1° gennaio 2023, anche lo sconto di 0,18 euro al litro sarà ritirato, aumentando la possibilità che i clienti si sveglino con un’impennata dei prezzi alla pompa di circa 20 centesimi di euro al litro. Non sarà chiaro fino ai primi giorni del nuovo anno se i rivenditori e i grossisti saranno in grado di mantenere i prezzi allo stesso livello di adesso fino ad allora. 

Il governo Meloni ha deciso di stanziare circa 21 milioni di euro sul budget totale di 35 miliardi di euro per l’operazione, al fine di contribuire con maggiore liquidità alla lotta contro il costo esorbitante dell’energia. Una direttiva ministeriale autorizzata dai Ministeri dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture e Trasporti definirà anche gli aumenti dei pedaggi autostradali per il 2023, il che potrebbe comportare un aumento del costo complessivo della guida nel prossimo futuro.

Articolo precedenteTelegram ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento
Articolo successivoAmazon, annienta Unieuro con 90% di sconto sugli smartphone
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.